01, Febbraio, 2023

Il Ponte Leonardo ‘apre’ al trasporto pubblico: dopo oltre due anni sbloccata la vicenda della tratta Terranuova-Arezzo

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Finora quei pullman avevano continuato a percorrere la vecchia Acquaborra, ora finalmente la svolta: era gennaio 2016 i dipendenti degli stabilimenti più grandi della zona produttiva di Terranuova avevano lanciato una raccolta firme e chiesto alla Provincia di Arezzo di modificare il percorso, per risparmiare tempo e sfruttare la variante

Ci sono voluti anni di richieste e battaglie, ma da giovedì 12 aprile, finalmente, anche gli autobus del servizio pubblico della tratta Arezzo-Terranuova potranno transitare sul Ponte Leonardo, invece di percorrere la vecchia strada dell'Acquaborra come hanno continuato a fare fino ad oggi. 

La questione finisce al centro della cronaca nel gennaio 2016: un folto gruppo di lavoratori dei principali stabilimenti industriali e produttivi della zona fra Montevarchi e Terranuova (da Prada al gruppo Leonardo, fino a Zucchetti, al maglificio Briciole e così via) che abitano ad Arezzo e utilizzano proprio l'autobus per raggiungere il lavoro, lanciano una raccolta firme e chiedono alla Provincia di spostare le corse sul Ponte Leonardo, in modo da risparmiare tempo prezioso. 

Sembrava la scelta più logica, visto che il Ponte Leonardo era aperto già da mesi e così anche la bretellina 'Prada'. E invece no, modifiche in quella fase non si potevano fare, aveva risposto la Provincia: era alle porte il maxi-appalto regionale per l'affidamento del servizio tpl su gomma, si poteva aspettare quello per rivedere le corse. Poi, però, si sono messi in mezzo i ricorsi che hanno fatto finire tutto in un 'limbo', finché lo scorso gennaio la Regione ha firmato un contratto-ponte con i vecchi gestori. E finalmente si è potuti tornare a ragionare. 

"Si tratta di un primo importantissimo passo in avanti – commenta oggi Mauro Bonaccini, che aveva promosso quella raccolta di firme nel 2016 – in questi mesi abbiamo continuato a presentare le nostre richieste agli enti preposti, e devo dire che abbiamo trovato massima professionalità ed efficienza nella dottoressa Laura Tinacci, che si occupa di questi temi per la provincia di Arezzo, e un supporto fondamentale da parte della CGIL. Da giovedì, insomma, tanti lavoratori di questi stabilimenti potranno evitare quel complicato giro di prima". 

Giovedì 12 aprile, per la precisione, sarà il pullman delle 17:40 che per la prima volta percorrerà il tratto fra Valvigna, ponte Leonardo, Levanella Space e poi proseguirà diretto ad Arezzo lungo la Regionale 69. Resta tutto invariato, invece, per la corsa delle 18:40, mentre al mattino, nella corsa delle 8,30, si utilizzerà il Ponte Leonardo con il bus per Valvigna. La tratta continuerà comunque a raccordarsi con la linea verde che 'copre' il territorio di Montevarchi e collega con San Giovanni. È la prima modifica prevista, mentre se ne stanno studiando altre che potrebbero completare, finalmente, il quadro. 

 

Glenda Venturini
Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati