03, Luglio, 2022

IL SONDAGGIO DI VPOST

Dove vorresti fosse organizzato il mercato settimanale del tuo comune?

IL SONDAGGIO DI VPOST

Dove vorresti fosse organizzato il mercato settimanale del tuo comune?

“Il piccolo Masaccio e le Terre Nuove”, un video d’animazione per raccontare la storia di Castel San Giovanni

Più lette

In Vetrina

Prima assoluta domenica 14 ottobre 2018 dalle ore 15 alle ore 18 in loop

“Siamo nel 1409 e San Giovanni Valdarno, che all’epoca si chiamava Castel San Giovanni, è un comune della Toscana medievale e quartier generale delle truppe contro l’attacco di Re Ladislao di Napoli. Tommaso (che diverrà il celebre pittore Masaccio), figlio di Giovanni di Mone Cassai e di Monna Jacopa ha otto anni e gioca all’interno della sua casa assieme al fratellino Scheggia…”. Si apre il video di animazione Il piccolo Masaccio e le Terre Nuove, che sarà presentato al pubblico per la prima volta domenica 14 ottobre 2018, in occasione dell’iniziativa Famiglie al Museo prevista su tutto il territorio nazionale.

Il video racconta infatti di un bambino come altri, Tommaso (il futuro Masaccio), intento a colorare nella sua dimora e distratto da rumori improvvisi: la cittadina è in subbuglio perché sotto assedio e il giovane incrocia truppe e soldati fra le strade. Così, incuriosito, sale sulla torre del palazzo di governo per avere uno sguardo d’insieme e si trova in compagnia del Vicario, con cui ha modo di guardare la città in cui vive con un’attenzione nuova. Il racconto prosegue, semplice e avvincente al tempo stesso, portando piccoli e grandi a osservare, comprendere e apprezzare l’impianto urbanistico dell’antico Castel San Giovanni, fondato in età medievale secondo canoni di misura, di geometria e di proporzione che ancora oggi non smettono di stupire, per poi invitare a riflettere su quali possano essere i parametri per una città ideale.

Il video, prodotto dal Museo delle Terre Nuove -Comune di San Giovanni Valdarno e da CINECA-Visit Lab con il supporto della Regione Toscana, porta così i contenuti della storia nella forma di un linguaggio contemporaneo, quello dell’animazione, rendendoli pienamente accessibili e comprensibili al largo pubblico. La definizione dello storyboard e dei testi, le ricostruzioni visive dei personaggi, delle architetture e delle scene si appoggiano infatti a una solida ricerca storica e iconografica e non rinunciano mai alla filologia: ogni particolare è curato in ogni dettaglio, dall’abbigliamento alla moda, dalle forme urbanistiche ai suoni, per offrire al grande pubblico uno sguardo sul passato assolutamente verosimile.

Maurizio Viligiardi: “La funzione didattica del nostro museo si esplica anche con questa
produzione realizzata da Cineca ed è un bel modo di raccontare la nascita della nostra
città che permette di coinvolgere i bambini e fare capire loro l’evoluzione di San
Giovanni, come è oggi rispetto ad allora”.

 

Valentina Zucchi:, direttore Museo delle Terre Nuove: “E’ un prodotto di lunga gestazione frutto di un intenso lavoro che racconta con gli occhi di un bambino di otto anni quello che era San Giovanni nei primo anni del ‘400 e che ci consente di esplorare le città e coglierne i tratti peculiari nell’architettura e nell’urbanistica e che permette di pensare su come potrebbe essere una città ideale e quali le condizioni per impostarla e poi abitarla”.

 

Il video Il piccolo Masaccio e le Terre Nuove sarà quindi visibile al grande pubblico per la prima volta nel pomeriggio di domenica 14 ottobre, fra le 15.00 e le  18.00 in forma continua in sala consiliare, al primo piano del museo. Nella stessa giornata, proprio in occasione dell’iniziativa Famiglie al Museo, sono inoltre previste due visite animate al museo per famiglie con bambini, alle ore 15.30 e alle ore 17.00 (prenotazione obbligatoria). Tutte le proposte della giornata sono gratuite.

 

 

 

Articoli correlati