01, Luglio, 2022

Variante alla Sr 69, le competenze torneranno alla Regione. Il consigliere delegato Pescini: “Al lavoro sui progetti”

Più lette

In Vetrina

La realizzazione della Variante alla Sr 69 nel tratto fiorentino tornerà di competenza alla Regione. Il consigliere delegato Massimiliano Pescini: “La città metropolitana al lavoro per completare la progettazione. Entro il 2016 l’appalto per la rotatoria al casello autostradale di Incisa Reggello”. Intanto stanziati finanziamenti anche per la progettazione del secondo ponte sull’Arno. Il punto della situazione sulle “opere fantasma” del Valdarno Fiorentino.

Nei giorni scorsi il consiglio metropolitano ha approvato il Documento unico di programmazione 2015-2017 ed il Bilancio di previsione 2015-2017. All’interno anche il piano triennale delle opere pubbliche della Città Metropolitana nel quale sono inseriti gli interventi ormai attesi da molti anni in Valdarno Fiorentino.
 
A cominciare dalla Variante alla Sr 69 i cui lavori, nonostante le mille promesse e i tantissimi annunci, non sono mai iniziati. “Stiamo completando la progettazione dei cinque lotti, poi tutto l’iter passerà in mano alla Regione, alla luce del riordino delle competenze regionali e della città metropolitana. Si tratta infatti di nuove opere  e per questo sarà la Regione ad occuparsene” sottolinea il consigliere delegato per le Infrastrutture, Massimiliano Pescini.
 
Sempre Pescini spiega che entro il 2016 verranno appaltati e dato il via ai lavori per la nuova rotatoria al casello autostradale di Incisa Reggello.
 
Nel documento di programmazione della Città Metropolitana si torna a parlare anche del secondo ponte a Figline: “L’anno 2014 ha visto la redazione del progetto preliminare e poi l’inizio di quella definitiva del ponte sull’Arno a Figline Valdarno. Per quest’ultimo intervento nel corso del 2012 è stato individuato il vincitore del concorso di progettazione, a seguito della conclusione dei lavori della Commissione aggiudicatrice”. Stanziati anche 51.000 euro per completare la progettazione, ma successivamente inizierà la lunga fase per trovare i finanziamenti necessari per la realizzazione.
 
“Avanti tutta anche sulla Circonvallazione di Rignano che è tra le tre opere prioritarie della Città Metropolitana, mentre stiamo in queste settimane contattando anche l’impresa che si è aggiudicata i lavori per la messa in sicurezza del Ponte di San Clemente”. Lavori anche questi mai iniziati.
 
Nei prossimi mesi verrà collaudata anche variante a Via Grevigiana (è stata inaugurata l’estate scorsa e il collaudo avverrà nei tempi previsti dalla legge) ed il consigliere metropolitano Pescini annuncia anche il proprio impegno per la messa in sicurezza di via Grevigiana, principale via di comunicazione tra il Valdarno ed il Chianti, interessata da una grossa frana: “Ci confronteremo con la Regione per possibili finanziamenti. E’ necessario trovare risorse in tutti i modi entro il 2016”.

Articoli correlati