26, Giugno, 2022

Gli studenti delle Scuole Primarie di Leccio e Vaggio in Francia con il progetto europeo “Erasmus L.A.S.T. 2”

Più lette

In Vetrina

Le classi quinte di Leccio e Vaggio della Primaria dell’Istituto Comprensivo “M. Guerri” di Reggello sono volate in Francia, in questi giorni, grazie al progetto Erasmus L.A.S.T. 2: un viaggio di studio che è stato finalmente possibile dopo due anni di stop dovuti alla pandemia, e che ha coinvolto 23 ragazzi, accompagnati dalle insegnanti.

Il progetto Erasmus L.A.S.T. 2 (Learning through All Senses Together) è nato nel 2019 come naturale prosecuzione di una precedente esperienza che ha visto coinvolto l’Istituto M. Guerri di Reggello con le classi Primarie di Leccio e Vaggio, la Scuola “Rosa Parks” di Bretigny sur Orge (Francia) e la Scuola “Konstantin Kostantonov” di Sliven (Bulgaria). Fra le finalità che esso propone, c’è quella di incrementare negli studenti le abilità nella produzione scritta, attraverso la storia delle arti. La sua peculiarità è di prevedere la mobilità sia di insegnanti che di studenti e lo scambio di esperienze tra Paesi europei.

Nei due anni in cui i viaggi erano stati sospesi a causa del Covid-19, insegnanti ed alunni hanno lavorato “a distanza”: gli studenti si sono conosciuti tramite e-mail e hanno svolto interessanti attività di “writing jogging” in videoconferenza, anche grazie al supporto della piattaforma eTwinning. Nel 2022 finalmente è stato possibile attivare anche i viaggi di studio e lo scorso mese di marzo sono arrivati alla scuola di Reggello in visita 29 alunni  con 7 insegnanti provenienti da Francia e Bulgaria.

Dal 30 maggio al 3 giugno, invece, è stato il turno dei ragazzi valdarnesi: gli studenti dell’Istituto Comprensivo di Reggello sono partiti dall’Aeroporto di Bologna in direzione Parigi Orly. Al viaggio hanno preso parte 23 alunni delle classi quinte accompagnati da 7 loro insegnanti, dalla Dirigente Scolastica e da due insegnanti provenienti dalla Scuola Secondaria M. Guerri. Gli alunni italiani che risiedono nei pressi della capitale francese, in un’ostello a Saint Chéron, si sono incontrati con un gruppo di 15 ragazze e ragazzi della scuola bulgara e con i loro coetanei della scuola francese.

Uno scambio culturale ed educativo tra scuole che ha previsto la visita alla casa e ai giardini di Claude Monet a Giverny, al Museo dell’Orangerie di Parigi, per ammirare le ninfee dell’impressionista e al Museo dell’Arts Décoratifs con la mostra dedicata al Piccolo principe. Il viaggio studio ha incluso inoltre attività didattiche e laboratori presso la Scuola “Rosa Parks” di Bretigny sur Orge. “Erasmus L.A.S.T. 2” è un’avventura emozionante per così giovani studenti, un’occasione per sperimentare nuovi metodi di insegnamento per la scuola e un modo per incrementare la “dimensione europea” di tutta la comunità.

Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati