08, Febbraio, 2023

Giornata Mondiale dell’Acqua: in Valdarno una settimana di iniziative con il coinvolgimento delle scuole

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Il 22 marzo si celebra nel mondo la Giornata dedicata ad una delle risorse più importanti per la vita del pianeta: l’acqua. Publiacqua, Fondazione Toscana Spettacolo onlus, Museo delle Terre Nuove e Comune di San Giovanni, in collaborazione con i Comuni di Castelfranco Piandiscò, Reggello e Cavriglia, hanno organizzato un programma di iniziative

Risorsa preziosa e da tutelare: il 22 marzo di celebra la Giornata Mondiale dell’Acqua, così come istituita dalle Nazioni Unite nel 1992. In occasione di questa data, Publiacqua e Water Right Foundation organizzano ogni anno iniziative che coinvolgono cittadini e soprattutto studenti e insegnanti delle scuole, che nel corso dell’anno partecipano ai laboratori sull’acqua  o visitano gli impianti dell’acquedotto. Nel 2017 questi appuntamenti hanno coinvolto 14.800 studenti di 580 classi. 

Anche in Valdarno si celebrerà la Giornata Mondiale dell'Acqua, con una serie di iniziative che andranno avanti per una settimana. Publiacqua, Fondazione Toscana Spettacolo onlus, Museo delle Terre Nuove e Comune di San Giovanni, in collaborazione con i Comuni di Castelfranco Piandiscò, Reggello e Cavriglia, hanno collaborato all'organizzazione degli eventi, che si svolgeranno in Palazzo D’Arnolfo a San Giovanni dove ha sede appunto il Museo delle Terre Nuove. 

Dal 19 al 23 marzo, dalle ore 9.00 alle ore 13.00, alunni delle scuole elementari dei quattro Comuni, per un totale di oltre 500 ragazzi, saranno coinvolti in due tipologie di attività. Inoltre, venerdì 23 e sabato 24, l’installazione è aperta al pubblico dalle 15.30 alle 18, a ingresso libero per un massimo 30 partecipanti a evento.

La prima attività, denominata “Il Gioco dell’Acqua” è a cura della Compagnia TPO. Il progetto scenico è suddiviso in più quadri che nel loro insieme rappresentano il ciclo che questo elemento compie ripetutamente e incessantemente in natura. La formazione delle nuvole, la pioggia, la neve, la grandine, il suo sgorgare da una sorgente e scorrere lungo un fiume fino ad arrivare al mare. Il ciclo dell’acqua si ripete così, sempre uguale, all’infinito. Nel suo procedere il gocciolio, il fluire o l’ondeggiare dell’acqua diventano musica ed elementi ludici con i quali danzare e suonare. Il Gioco dell’Acqua è un atelier interattivo, concepito in modo tale che il pubblico possa essere coinvolto in interazioni con immagini e suoni. 

La seconda è invece una attività didattica che verrà curata da operatori di Water Right Foundation. I laboratori si terranno negli spazi didattici di Palazzo D’Arnolfo e racconteranno l’acqua in tutte le sue declinazioni, e l’uso corretto che si deve fare di questa risorsa preziosa e finita. 

Glenda Venturini
Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati