27, Febbraio, 2024

Figline, nuova piscina comunale: il Comitato per la difesa del Parco intende impugnare gli atti del Comune

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Dopo le dichiarazioni del vicesindaco di Figline Incisa, Enrico Buoncompagni, sulle motivazioni che hanno condotto alla scelta dell’area per la realizzazione della nuova piscina comunale, interviene il Comitato per la difesa e la valorizzazione del Parco Generale Carlo Alberto Dalla Chiesa ed annuncia la possibilità di impugnare gli atti del Comune.

“Il comitato contesta in primis tutte le motivazioni  addotte dal Vice Sindaco per giustificare una scelta fatta senza nessun preventivo  confronto con la collettività che da trent’anni apprezza e frequenta il parco. La buona politica, quella a servizio dei cittadini che il Vice Sindaco dice di voler fare, prima si confronta con la collettività, e poi presenta i progetti.
Discutere dopo che un progetto è stato approvato e finanziato non è dialettica ma arroganza politica, e il Comitato respinge al mittente la proposta di un confronto fatto con tali metodologie. Pertanto il comitato  informa  la cittadinanza e l’ opinione pubblica di Figline e Incisa che sono in corso presso uno studio legale fiorentino, supportato da un consulente  urbanistico, tutte le valutazioni necessarie per impugnare gli atti finora adottati dal Comune e quelli consequenziali di fronte alla giustizia amministrativa”.

“L’ opposizione alla realizzazione dell’opera è fondata sull’esigenza di preservare interessi di carattere generale e non privato, a salvaguardia di un bene pubblico di grande valore.  Dai documenti  finalmente messi a disposizione del Comitato sembra inoltre che le motivazioni che stanno alla base del progetto non siano congrue rispetto agli obiettivi del PNRR e all’ assetto urbanistico dell’area interessata. Vi sono allegazioni documentali e fotografiche che non corrispondono alla realtà e che saranno impugnate dinanzi a tutti gli organi giudiziari competenti. Il problema sollevato dal Comitato riguarda tutta la popolazione  del comune e non solo i residenti; si tratta infatti di tutelare interessi di rilevanza pubblica”.

Il comitato invita gli interessati  a sostenere le proprie azioni ed annuncia l’apertura di una pagina facebook.

 

Articoli correlati