28, Giugno, 2022

Evade dagli arresti domiciliari per andare a comprare le sigarette, finisce di nuovo in manette

Più lette

In Vetrina

Il 22enne era stato sottoposto all’obbligo di dimora e poi ai domiciliari per la rissa al Vintage dello scorso mese di maggio. I carabinieri lo hanno trovato tranquillamente a spasso in centro a Figline: “Avevo finito le sigarette, sto andando a comprarle”, ha risposto

In casa non aveva più sigarette. "Sono uscito a comprarle", ha detto ai carabinieri che lo hanno trovato a passeggiare tranquillamente nel centro di Figline. Peccato che non avrebbe dovuto essere lì, visto che si trovava agli arresti domiciliari: una misura già appesantita rispetto all'obbligo di dimora a cui era stato condannato all'inizio, e che già non aveva rispettato. 

Il ragazzo, 22 anni, è uno dei responsabili della rissa con sgabello avvenuta a maggio scorso al Vintage di Figline. Per lui la convalida dell'arresto fu associata appunto all'obbligo di dimora con permanenza notturna, ma i carabinieri lo aveva già trovato più di una volta a spasso, tanto che la misura si era trasformata in arresti domiciliari. 

Doveva quindi essere a casa, quando i carabinieri lo hanno incontrato a Figline. Il 22enne, di nazionalità albanese, dopo il suo arresto è stato riaccompagnato di nuovo alla sua abitazione in regime di arresti domiciliari.

Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati