19, Aprile, 2024

Esordio con derby per Beoni sulla panchina della Bucinese

Più lette

Riflettori su Bucinese-Figline, derby dai tanti motivi di interesse. Trasferte non facili per Rignanese, Sangiustinese e Castelnuovese, di scena rispettivamente a Campi Bisenzio, Foiano e San Gimignano

Interessante match a Bucine dove è in programma il derby con il Figline per una sfida  fra due squadre che, quando alla fine del torneo mancano quattro giornate, devono ancora guadagnarsi la permanenza in categoria, con la squadra di casa al quintultimo  posto (che la obbligherebbe ai  play-out), mentre i gialloblù ospiti sono accreditati di una posizione in più e scenderanno in campo per difenderla. Dopo l'esonero di Emanuele Simoni e l'arrivo di Luca Beoni sulla panchina arancioverde, i tifosi della Bucinese sono curiosi di vedere se e cosa sia cambiato dal punto di vista tattico e degli interpreti e se la scossa che si voleva dare all'ambiente è quella attesa per potere risalire e centrare la salvezza senza dovere passare dalla lotteria dei play-out.

Secondo turno esterno consecutivo per la Rignanese di Marco Coppi (che perde per due giornate causa squalifica Riccardo Bennati), impegnata sul non facile terreno di Campi Bisenzio contro un avversario ostico come il Lanciotto, in lotta per una salvezza diretta ancora da conquistare e che per questo motivo scenderà in campo con il coltello fra i denti. La Rignanese dovrà essere brava a tenere a bada gli avversari e a sfruttare ogni loro errore, contro un avversario sulla carta battibile, anche se non sarà una passeggiata.

Trasferta impegnativa per la Sangiustinese, attesa dal Foiano, squadra di metà classifica che non ha più nulla o quasi da chiedere al suo campionato, anche se scenderà in campo per fare la sua partita  e non farà certo regali. Dal canto loro i valdarnesi (che recuperano Marzi e Ricceri) devono fare punti per trovare una buona posizione nella griglia play-out e dovranno disputare una partita senza errori sia in attacco che in difesa per fare bottino pieno.

Lo stesso discorso si può estendere alla Castelnuovese, che dovrà cercare di portare via tre  punti dallo stadio "Santa Lucia" di San Gimignano, contro un avversario al settimo posto che in trasferta ha fatto le cose migliori, mentre in casa ha avuto qualche problema (solo tre vittorie)  complicandosi la corsa verso obiettivi più importanti. Gli amaranto, al penultimo posto, non possono  permettersi di fare troppi calcoli e devono solo e soltanto vincere, anche perché  il fanalino di coda Quarrata è a sole quattro lunghezze.

Articoli correlati