29, Novembre, 2022

Elezioni politiche, il Valdarno diviso a metà: sul versante aretino quasi tutti al centrodestra. Rimangono ‘rosse’ Cavriglia e San Giovanni

Più lette

In Vetrina

L’analisi del voto in Valdarno mostra come anche questo territorio non sia più appannaggio esclusivo dei partiti di centrosinistra, come d’altronde era già emerso almeno in parte alle elezioni politiche del 2018. Visualizzando infatti i risultati delle urne, appare chiaro come la vallata sia spaccata quasi a metà: il versante aretino guarda di più al centrodestra, pur con alcune eccezioni, quello fiorentino al centrosinistra.

In tabella riportiamo i voti espressi dagli elettori valdarnesi per la Camera (quelli per il Senato sono in linea, con la sola eccezione di Bucine: in questo comune infatti, se alla Camera prevale di misura il centrosinistra, al Senato accade l’inverso). In rosso sono evidenziate le percentuali maggiori.

Salta subito all’occhio che i comuni in cui il centrosinistra è più forte, e dove dunque Ceccarelli ha battuto Nisini, sono Cavriglia e San Giovanni sul Valdarno aretino; centrosinistra in netto vantaggio anche a Rignano: tre territori in cui si mantiene sopra la soglia del 40%. Di Rignano, tra l’altro, è da evidenziare la performance del terzo polo: è solo in questo comune valdarnese che raccoglie più voti del M5S.

Il centrosinistra poi continua a vincere, seppur con scarti minori, anche a Figline e Incisa e a Reggello, confermando dunque il versante fiorentino come territorio di elezione del centrosinistra.

Di contro, il centrodestra conquista in maniera netta i comuni di Laterina Pergine e anche di Castelfranco Piandiscò, portandosi oltre il 40%; e Loro Ciuffenna, dove arriva al 39%. Vince anche a Montevarchi, con uno scarto inferiore ai due punti percentuali sul centrosinistra; e a Terranuova, anche qui abbastanza di misura sul centrosinistra.

Infine, l’analisi del voto mette in luce anche un M5S che in Valdarno si tiene sotto la media nazionale, ma che raccoglie più voti a Cavriglia, Terranuova e San Giovanni, grazie anche alla candidatura valdarnese di Pierazzi alla Camera.

Glenda Venturini
Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati