30, Novembre, 2022

Elezioni per il nuovo Consorzio di bonifica, quelle del Comprensorio Alto Valdarno costate più di 100mila euro

Più lette

In Vetrina

La stima dei costi (alcuni non sono stati ancora documentati) è stata stilata dal Commissario, che ha guidato il nuovo ente fino alla sua prima assemblea. Le consultazioni elettorali per il Consorzio 2, che avevano visto votare in tutto 5.600 persone circa, delle quali 1.500 in Valdarno, sono costate circa 110mila euro

Sono costate circa 110mila euro (vedi tabella a fondo pagina per i dettagli) le elezioni per la nomina dell'assemblea del nuovo Consorzio di Bonifica 2 Alto Valdarno. Le consultazioni elettorali si tennero lo scorso 30 novembre in tutta la Toscana: ed arrivarono in mezzo alle polemiche per i costi dei nuovi enti (sei in tutto, nel territorio regionale), e per quelli sostenuti proprio per organizzare le elezioni. 

Ora arrivano i conti. A farli è stato il Commissario del Consorzio Alto Valdarno, che ha guidato il nuovo ente fino all'insediamento della nuova assemblea, lo scorso 14 febbraio. A lui, dunque, è spettato il compito di tirare le somme sull'intera macchina organizzativa delle elezioni (qui il documento completo). Ricordiamo che il Consorzio 2 Alto Valdarno si occupa della bonifica in 54 comuni, suddivisi fra le province di Firenze, Arezzo e Siena, tra cui l'intero territorio del Valdarno aretino e fiorentino, e sostituisce in questo incarico i vecchi gestori, tra cui l'Unione dei comuni del Pratomagno. 

In questo ambito, i risultati delle consultazioni del 30 novembre avevano visto votare in tutto 5.600 persone circa, delle quali 1.500 in Valdarno, con una affluenza intorno al 2,5% degli aventi diritto al voto (cioè, tutti coloro che pagano il contributo di bonifica). 

E quelle consultazioni costarono circa 110mila euro, una cifra stimata visto che alcune delle spese sostenute (in particolare dal Consorzio di Bonifica valdichiana Aretina), non erano state ancora adeguatamente documentate al momento della dimissione del Commissario. La voce più 'pesante' in questo saldo è quella relativa all'invio a casa delle lettere di informazione, che sono costate circa 40mila euro. 

I costi saranno ora ripartiti fra i vecchi gestori in modo proporzionale al numero di contribuenti presenti sul proprio territorio: l'Unione dei comuni del Pratomagno copre il 32% delle spese, così come il Consorzio di Bonifica Valdichiana; il 15% all'Unione del Casentino; il 13% all'Unione della Valdichiana Senese; il 7% all'Unione della Valtiberina.

Il dettaglio dei costi delle elezioni del 30 novembre 

Attività Prenotato Liquidato Fornitore Ente Erogatore
Sito
 
25,00   aruba cbva
Pec 30,25   aruba cbva
 
Incarico capacitas elezioni 22.191,40   capacitas cbva
 
Invio cd elenchi provvisori 175,40   Poste italiane cbva
inserimento n. 2 comuni per elenchi provvisori
 
3.050,00   capacitas cbva
secondo invio elenchi provvisori con badia e sestino 175,40   Poste italiane cbva
 
Invio cd elenchi provvisori con i nuovi comuni 175,40   Poste italiane cbva
comunicato stampa
 
399,30 403,35 spe"la nazione" uc pratomagno
estrapolazione indirizzi 2.396,08 2.396,08 capacitas uc pratomagno
 
Stampa elenchi definitivi 4.331,00 4.331,00 capacitas uc pratomagno
 
Stampa elenchi di seggio 1.830,00 1.830,00 capacitas uc pratomagno
Stampa schede elettorali
 
1.000,00   lp grafiche cbva
ristampa schede elettorali 809,35   lp grafiche cbva
 
Stampa manifesti 300,00   lp grafiche cbva
Invio lettera personalizzata (presunto)
 
38.874,00   Poste italiane cbva
Allestimento seggi 1.100,00   vari cbva
 
comunicazione ai presidenti e scrutatori 137,20   Poste italiane cbva
 
progetto comunicazione RT 7.930,00   vari cbva
 
Pagamento seggi 200,00   Comune Ar cbva
 
Compensi Presidente Scrutatori e Sostituti 22.960,00   vari cbva
 
raccomandate per comunicazioni elettorali (presunto) 75,00   Poste italiane cbva
totale 108.164,78      

Articoli correlati