30, Gennaio, 2023

Elezione del Presidente della Provincia di Arezzo, M5S: “I consiglieri comunali non parteciperanno al voto”

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Sull’elezione del Presidente della Provincia di Arezzo che si terrà domenica 18 dicembre e che vede due candidati, Silvia Chiassai Martini, sindaco di Montevarchi, e Alessandro Polcri, sindaco di Anghiari, interviene il Movimento 5 Stelle annunciando che i consiglieri comunali non si recheranno alle urne. Giovanni Ciampa, Mauro Calosci, Massimiliano Secciani, Michele Menchetti e Tommaso Pierazzi ne spiegano i motivi.

“In base alla Legge Del Rio (56/2014) l’elezione del Presidente non è più espressione diretta del corpo elettorale, ma saranno soltanto i sindaci e i consiglieri comunali a sceglierlo tramite un voto che è ponderato sulla base di un indice determinato dal rapporto fra la popolazione del proprio comune rappresentato e quella dell’intera provincia. Il Movimento 5 Stelle si è sempre battuto per la centralità dei “comuni”, ricordando in più occasioni il loro ruolo decisivo ai fini del rilancio del sistema economico e della tenuta sociale delle comunità di riferimento, ovviamente partendo dall’abolizione delle stesse Province. Ad oggi invece abbiamo una situazione che è andata peggiorando proprio a seguito della legge Del Rio, poiché gli Enti Provinciali esistono ancora, sono stati depotenziati, ma soprattutto i cittadini non possono più scegliere né Presidente né consiglieri provinciali tramite elezione diretta”.

“Oltre al danno la beffa, visto che nella nostra Provincia di Arezzo a seguito della legge Del Rio, la carica istituzionale di Presidente è stata utilizzata per passerelle personali al solo fine di promuovere se stessi o il partito di appartenenza senza mai darsi l’obiettivo di aiutare i comuni. Ovviamente questo è potuto accadere perché il Presidente non si è dovuto più preoccupare del “consenso” dei cittadini penalizzati dalle scelte della Provincia di Arezzo. Anzi specie in questi ultimi anni abbiamo visto venir meno anche la terzietà della figura del Presidente della Provincia, spesso litigiosa con i ‘primi cittadini’ ”.

“Per tutte queste motivazioni, in particolare per l’elezione che non è più diretta, i consiglieri comunali del Movimento 5 Stelle della provincia di Arezzo non parteciperanno al voto. Infatti oltre a non aver nessun nostro candidato alla carica di Presidente, riteniamo di non essere nelle condizioni di potersi sentire rappresentati dalle forze politiche che sosterranno le candidature presentate”.

 

 

 

Articoli correlati