03, Dicembre, 2022

Domenica senz’acqua al Pestello, si riaccendono le proteste. Residenti sul piede di guerra, mercoledì l’incontro con Publiacqua

Più lette

In Vetrina

“Dalle 13:30 Pestello senza acqua: non si cucina, non si beve, non si utilizzano i servizi”, è la denuncia che corre su facebook. Il neonato Comitato H2O Montevarchi raccoglie le segnalazioni e si prepara all’incontro pubblico fissato per mercoledì 16 con il comune di Montevarchi e i responsabili di Publiacqua

Domenica all'asciutto per i residenti del Pestello, si riaccende la polemica sui disservizi legati all'acquedotto. Disagi che in realtà ritornano puntuali ogni estate per la zona del Pestello, a Montevarchi, malgrado le tante proteste e gli interventi, realizzati o anche solo annunciati, sulla rete idrica: evidentemente, poco o per nulla efficaci, almeno fino ad ora. E nonostante l'avvio di estate particolarmente piovoso, i rubinetti, anche in questa domenica, restano a secco. 

"Dalle 13:30 Pestello senza acqua: non si cucina, non si beve, non si utilizzano i servizi e udite udite: a casa del sottoscritto si è probabilmente bruciata la lavastoviglie…", è uno dei post pubblicati sul profilo facebook del neonato Comitato H2O Montevarchi. Segnalazioni arrivano anche da residenti di via Moncio, via Ebro, dal Pestello Alto, e anche da Moncioni. "Dopo un turno di lavoro, non vedevo l'ora di fare una bella doccia: niente da fare! 3 lavatrici da fare, i piatti nel lavandino da lavare, ma che bellissima domenica… Piove e manca l'acqua: secondo me siamo su scherzi a parte". 

Un malcontento diffuso che rinfocola le proteste in vista dell'incontro fissato per mercoledì 16 luglio, alle 18,30, al Circolo del Pestello: indetto dall'Amministrazione comunale dopo gli ultimi disservizi e le polemiche, vedrà la presenza anche dei responsabili di Publiacqua. "Vogliamo risposte, atti pubblici tra il comune e Publiacqua, e saremo curiosi di sapere quanto, rispetto al programmato, è stato davvero investito per risolvere questa situazione indegna e incivile – scrivono i promotori del Comitato – stiamo gettando le basi per una class action, e chiederemo di essere risarciti". 
 

Glenda Venturini
Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati