26, Giugno, 2022

Discussione delle tesi di laurea: l’Amministrazione concede l’aula consiliare

Più lette

In Vetrina

Insieme per Terranuova ha presentato una mozione per la concessione dell’aula consiliare per la discussione delle tesi di laurea. L’amministrazione comunale l’ha accolta con grande interesse; adesso è possibile usufruire di questo spazio e della sua connessione internet

La sala consiliare di Terranuova si trasforma in aula universitaria per accogliere gli studenti che devono discutere la tesi di laurea. L’amministrazione si sta organizzando per offrire a titolo gratuito a tutti gli studenti terranuovesi che ne faranno richiesta l’aula consiliare, mettendo a disposizione la rete internet per effettuare il collegamento.

Leonardo Ciarponi, Presidente del gruppo consiliare Insieme per Terranuova, che ha presentato la mozione – accolta con grande interesse dal'amministrazione – “Un modo per far sentire la vicinanza della comunità in un giorno importante che richiede solennità e adeguato riconoscimento. Gli spazi della “casa comunale” potranno essere il luogo dove vivere il momento conclusivo del percorso accademico. Sottolineo con piacere il consenso trasversale con cui il consiglio comunale ha accolto la mozione, votata a favore anche dall’opposizione”.

“La sala consiliare rappresenta la casa dell’intera comunità locale –  continua Leonardo Ciarponi – ed incarna i valori fondanti della nostra democrazia e della nostra Costituzione tra cui il diritto allo studio. Il periodo che stiamo vivendo ci sta insegnando molto, ma al tempo stesso ci toglie tante cose, una su tutte la socialità. I giovani studenti sono una delle fasce più colpite dai riflessi della pandemia e credo che questo, pur nella sua semplicità, sia uno degli esempi più alti di servizio alla comunità che la politica possa dare. Augurandoci che rimanga un contesto quanto più limitato possibile nel tempo, con questo provvedimento diamo una risposta a una problematica diffusa.

Questa opportunità rimarrà attiva fino al termine dell’emergenza sanitaria, nel pieno rispetto delle misure igienico-sanitarie e compatibilmente con le esigenze di servizio dell’amministrazione comunale.

 

Articoli correlati