18, Agosto, 2022

Disco orario in centro storico: polemiche per un provvedimento che piace a pochi

Più lette

In Vetrina

In decine hanno già preso la multa, perché non tutti si sono accorti della nuova regolamentazione in via Roma: sosta consentita per mezz’ora con disco orario esposto, negli orari di apertura al traffico. Un provvedimento che ha già suscitato non poche polemiche

Negozianti che avvisano i clienti di esporre il disco orario alla macchina, per evitare le multe. Succede a Montevarchi, in via Roma, dove da alcune settimane il nuovo provvedimento introdotto per regolare la sosta nel centro storico, negli orari di apertura, impone l'utilizzo del disco orario. 

E all'inizio è stata strage di multe. Perché in pochissimi avevano capito la novità. La legge non ammette ignoranza, per carità, però le polemiche non sono mancate. E così i malumori di chi si è trovato la multa sul parabrezza. 

Ora quel provvedimento finisce al centro del confronto politico. Obiettivo? Cambiare la regola, e nel frattempo magari evitare di sanzionare gli automobilisti. Da una parte c'è la nota di Prima Montevarchi: "Facciamo l'esempio di una persona anziana che abita lontano dal centro e che necessita di fare certificati all'anagrafe e di essere accompagnata in auto al palazzo comunale. Ebbene, multa assicurata, in quanto impossibile nella mezz'ora consentita dal disco orario sbrigare certe incombenze".

"Ma il discorso vale per una miriade di altri casi: dalle analisi mediche, alle compere nei vari esercizi. Di questo passo nel centro storico rimarranno solo i clienti abituali del servizio sociale. Siccome così non si può andare avanti il 28 novembre presenteremo una mozione secca: eliminazione definitiva del disco orario in via Roma e apertura della stessa fino alle 13 a titolo sperimentale fino al 31 gennaio".

Dall'altra parte arriva il commento dei Democratici e Progressisti, tramite una nota di Fabio Camiciottoli: "Quando alcuni mesi fa con una mozione chiedemmo una maggiore apertura del Centro storico lo facemmo con l’ottica di creare opportunità, e non di mettere le basi per quello che sta avvenendo adesso. Occorre pressare l’Amministrazione affinché attui quanto approvato dal Consiglio Comunale nella seduta del 6 maggio 2014 e ribadito lo scorso 26 settembre".

"Pur essendo convito che occorra il coraggio di tenere l’ovale aperto alla circolazione per più tempo, credo che lo sviluppo del centro storico rimanga una priorità da perseguire. Dispiace leggere nelle vetrine dei negozi cartelli, o farsi richiamare dai commercianti ad esporre il disco orario prima di parcheggiare in via Roma. Il rispetto delle regole è doveroso, ma in un paese dove sono presenti le telecamere mi sembra eccessivo e poco rispettoso dei cittadini fare multe per la mancata esposizione del disco orario. Così non viene aiutato il Centro storico. Finché il Consiglio non discuterà le proposte, credo sia opportuno e necessario evitare di fare multe per mancata esposizione del disco orario". 

Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati