27, Giugno, 2022

Da ottobre con una buca di un metro a due passi da casa: “Ma qui nessuno interviene”

Più lette

In Vetrina

Una fossa nell’asfalto larga un metro e profonda altrettanto: si è aperta a ottobre, in via della Costa a Levane, nel comune di Bucine. Da allora i residenti della zona, una decina di famiglie, hanno contattato chiunque: ma nessuno è venuto a chiudere quella buca

Da ottobre chiedono che qualcuno venga a chiudere una buca nell'asfalto: non un semplice avvallamento, ma una vera e propria fossa, larga un metro e profonda poco meno. Sotto c'è il vuoto, si intravede il passaggio di alcuni cavi, forse fibre ottiche, ma non è chiaro. E forse è anche per questo che ancora nessuno si è preso la briga di riparare quella buca. 

"Era ottobre quando l'asfalto si è danneggiato e abbiamo visto aprirsi questa piccola voragine", spiegano i residenti della zona di via della Costa, nella parte alta di Levane, in una zona che ricade nel comune di Bucine. Sono una decina di famiglie, molti hanno bambini piccoli. "E se uno di loro giocando ci finisse dentro? Questa situazione è pericolosissima!", commentano. 

"Noi lo abbiamo segnalato a tutti: comune, vigili, persino le forze dell'ordine. Ebbene, da ottobre sono passati ormai sei mesi e ancora nulla. Anzi, un piccolo miglioramento c'è stato: il mese scorso hanno portato una transenna". Perché invece fino a marzo per segnalare la buca e impedire a auto e persone di finirci dentro, i residenti usavano sedie di plastica. 

"Non abitiamo nel centro del paese, ma questo non vuol dire che siamo cittadini di serie B. Paghiamo le tasse come tutti gli altri, chiediamo solo che venga riparato un danno su proprietà pubblica: non ci importa di chi sia la colpa o la responsabilità. Per noi è ridicolo che ci vogliano sei mesi per chiudere una buca", concludono i residenti della zona.

Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati