01, Luglio, 2022

Corruzione: in manette Antonio Gozzi, leader di Federacciai e Duferco, azienda madre della Duferdofin

Più lette

In Vetrina

Il presidente di Duferco, Antonio Gozzi, è stato arrestato a Bruxelles dalle autorità belghe insieme al dirigente della stessa azienda, Massimo Croci. L’arresto per presunti episodi di corruzione nella Repubblica democratica del Congo. La Duferco è l’azienda che negli anni ’90 rilevò parte della ex Ferriera, fondando la Duferdofin

Sono stati arrestati dalle autorità belghe, il presidente e il dirigente della Duferco, l'azienda che negli anni '90 rilevò parte della ex Ferriera di San Giovanni e fondò così la Duferdofin, il cui stabilimento è tuttora attivo nell'area vicina al Ponte alle Forche. 

Secondo quanto riporta l'Ansa, Antonio Gozzi, che oltre ad essere presidente di Duferco è anche il leader di Federacciai, è stato arrestato a Bruxelles insieme al dirigente della Duferco Massimo Croci. L'arresto è stato disposto dal giudice istruttore Michel Claise di Bruxelles per presunti episodi di corruzione nella Repubblica democratica del Congo.

In sostanza, i due dirigenti del gruppo siderurgico Gozzi e Croci sono sospettati di essere i mandanti di episodi di corruzione già contestati all'ex ministro dell'Economia della Vallonia Serge Kubla. Le bustarelle sarebbero andate all'ex premier congolese Adolphe Muzito per facilitare la diversificazione del business del gruppo in Congo.

Ansa riporta anche la posizione del Gruppo Duferco, che esprime "stupore" per il doppio arresto e, ribadendo la propria fiducia ai due dirigenti Gozzi e Croci, afferma che il modo di procedere del giudice istruttore belga "non può essere interpretato altrimenti se non come un mezzo di pressione inammissibile". Il gruppo evidenzia poi come "Gozzi e Croci sono andati a Bruxelles proprio per rispondere a un invito del giudice istruttore".

La Duferdofin nacque a metà anni '90, ed è una joint venture tra la Nucor Corparation, prima società americana nella produzione di acciaio e la Duferco Group, guidata appunto da Gozzi. Nello stabilimento sangiovannese vengono prodotte principalmente suole per cingoli per le macchine movimento terra. 
 

Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati