21, Maggio, 2022

Contagi e quarantene in aumento anche nelle aziende dei rifiuti, disagi nella raccolta

spot_img

Più lette

Possibili disagi nei servizi di raccolta rifiuti e spazzamento strade in tutto il Valdarno, in questi giorni, per l’incremento di contagi e quarantene tra il personale addetto. Sia Alia, che opera a Figline e Incisa e Rignano; sia Aer Spa, che lavora a Reggello; sia Sei Toscana, che si occupa dell’intero Valdarno aretino, hanno comunicato in questi giorni che sono possibili problemi ai servizi proprio in considerazione delle assenze tra il personale.

Alia Servizi Ambientali SpA fa sapere che “in conseguenza dell’impennata del numero dei contagi da Covid-19 su tutta la popolazione, a causa dei relativi impatti dei periodi di malattia e quarantena tra gli operatori impegnati nei servizi di igiene ambientale, su tutti i Comuni gestiti, potranno verificarsi ritardi e limitazioni nella raccolta dei rifiuti, nei ritiri covid e nello spazzamento strade”. L’azienda assicura “il massimo impegno per garantire il ripristino delle normali condizioni di svolgimento dei servizi al territorio nel minor tempo possibile. Visto il propagarsi della pandemia e l’andamento dei contagi, al fine di alleviare i disagi che potranno prolungarsi anche nei prossimi giorni, Alia invita la cittadinanza ad una gestione quanto più possibile “attenta” dei conferimenti”.

Aer Spa: “A causa del sensibile aumento della diffusione della pandemia, con ripercussioni anche sulla presenza del personale aziendale, non è garantita la continuità nei servizi di spazzamento manuale e meccanizzato”. Inoltre l’azienda aggiunge, per quanto riguarda i casi di utenze con positivi: “Visto l’aumento esponenziale dei casi degli ultimi giorni che sta creando importanti criticità anche nelle procedure di ritiro rifiuti COVID, AER informa che, chi risulta positivo in quarantena obbligatoria domiciliare, deve richiedere il servizio di ritiro rifiuti chiamando il numero verde AER 800 011895, attivo dal lunedì al venerdì con orario 9:00-19:00 ed il sabato mattina con orario 9:00-13:00. In alternativa può scrivere una mail a covid19@aerweb.it indicando nome e cognome; indirizzo abitazione con numero civico; telefono. Nei giorni successivi la richiesta AER provvederà a consegnare agli utenti interessati un kit per la raccolta con le istruzioni operative su come e quando esporre.

Sei Toscana avverte in una nota: “A causa dei picchi di contagio da Covd-19 delle ultime settimane, con conseguente rilevante aumento dei casi tra la popolazione in linea con quanto accade a livello nazionale, anche tra il personale operativo di Sei Toscana, e delle imprese appaltatrici, si registra un aumento significativo di assenza per contagio o quarantena obbligatoria. Per tale motivo, la società non esclude, nel caso dovessero perdurare o aumentare i casi di contagio, che potrebbero presentarsi criticità nel normale ed ordinario svolgimento dei servizi, con conseguente possibile rimodulazione delle prestazioni e delle attività operative. Saranno in ogni caso ritenuti prioritari i servizi di raccolta erogati e programmati in modo pianificato e continuativo, e i servizi di raccolta agli utenti positivi in quarantena obbligatoria quotidianamente segnalati dalle Amministrazioni Comunali. A tal proposito, Sei Toscana evidenzia che ad oggi sono effettuati circa 3.000 ritiri a domicilio alle utenze-Covid a settimana, situazione che si prevede in costante crescita. Sei Toscana ha già provveduto a informare l’Ente d’ambito (Ato Toscana Sud) e tutte le 104 Amministrazioni comunali del territorio servito sui possibili elementi di criticità, assicurando un costante aggiornamento della situazione in relazione allo stato evolutivo della pandemia”

Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati