25, Maggio, 2024

Completato lo smontaggio del ponte bailey, il sindaco Chiassai: “Entro luglio la nuova infrastruttura”

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Si sono completati in questi giorni i lavori di smontaggio del ponte bailey che dal 2006 funzionava da collegamento fra la Ginestra e via della Sugherella a Montevarchi. L’intervento ha un costo complessivo di circa 790mila euro, di cui 350mila a carico dell’Amministrazione comunale e il resto finanziato dal Pnrr. L’iter si è allungato di alcune settimane a causa di due fattori: da una parte le tempistiche richieste da Rfi per effettuare lavori in adiacenza alla linea ferroviaria; dall’altra, la necessità di alcune indagini da poter effettuare soltanto a ponte rimosso. Nel frattempo il progetto è lievemente cambiato, e invece di un nuovo ponte in acciaio verniciato ne sarà installato uno in acciaio corten.

Questa mattina il sindaco Silvia Chiassai Martini e l’assessore Lorenzo Posfortunato hanno compiuto un sopralluogo al cantiere incontrando anche gli addetti dell’Associazione di Protezione Civile Genieri della Lombardia, proprietari del ponte bailey che fu installato nel 2006 e che ora ritornerà nelle loro disponibilità.

Ha spiegato il sindaco Chiassai: “Questo è un giorno importante, questo ponte avrebbe dovuto avere una durata provvisoria come accade per i ponti bailey e invece è rimasto per 18 anni. Noi abbiamo deciso di mettere mano a quest’opera per renderla definitiva. Il ponte bailey è stato smontato e tornerà nella sede dell’Associazione a Bergamo, e noi provvederemo a terminare l’opera con un allargamento della sede stradale e un ponte quindi più sicuro, collegamento importante fra Montevarchi sud e nord. Abbiamo avuto delle tempistiche più lunghe, ora però riprende tutto regolarmente dopo le indagini effettuate, e se non ci saranno intoppi il nuovo ponte sarà completato entro luglio”.

Le fasi sono state chiarite dall’assessore Posfortunato: “La fase successiva sarà il ricondizionamento delle pile del ponte, che erano state progettate per la normativa di circa vent’anni fa e dunque devono essere rimesse a norma; nel frattempo la ditta incaricata sta completando il nuovo ponte, che fra l’altro è stato migliorato rispetto al progetto iniziale, e invece dell’acciaio verniciato che ha bisogno di manutenzione, sarà in acciaio corten che è più duraturo. A giugno arriveranno le travi da 25 metri che saranno posizionate in opera; a luglio, quando ci sarà meno traffico, verrà completato l’impalcato e realizzato definitivamente il ponte”.

Il vecchio ponte avrà una destinazione diversa, ha spiegato Iuri De Tomasi, ten. Protezione civile e Disaster manager proprio sui ponti bailey in Italia: “Il ponte, smontato, verrà portato nel nostro poligono e riqualificato e, in base alle sue condizioni di vita, verrà utilizzato per l’addestramento dei nuovi volontari. Proprio quest’anno avremo un corso per nuove squadre operative, e dunque sarà riqualificato in questo senso”.

Glenda Venturini
Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati