28, Novembre, 2022

Commemorazione del 25 aprile, doppia cerimonia a Figline e Incisa

Più lette

In Vetrina

Il Commissario Antonio Lucio Garufi ha presidiato le commemorazioni insieme alle associazioni combattentistiche

Doppia cerimonia a Figline e Incisa Valdarno per il 69° anniversario della Liberazione dell’Italia dal nazifascismo. Alla presenza del Commissario prefettizio del comune unico, Antonio Lucio Garufi, e dei volontari delle associazioni combattentistiche del territorio, la commemorazione si è tenuta prima ad Incisa e poi a Figline. 

La cerimonia è iniziata alle 9,45 in piazza Mazzanti a Incisa, con la deposizione della corona d'alloro al monumento ai caduti, alla presenza delle autorità civili e religiose, per poi proseguire in piazza Salvo D’Acquisto a Figline e, subito dopo, di fronte all’Albero dell’Universo, il monumento realizzato per ricordare i caduti di tutte le guerre.

“Proprio in questi giorni leggevo di come lo spirito di un popolo si esprima nelle sue ricorrenze – ha detto il commissario Garufi di fronte ai tanti cittadini intervenuti in via Sarri – e nel caso del 25 Aprile ritengo questa frase quanto mai adeguata. Per il nostro Paese è stato un momento cruciale, un periodo in cui tutto il popolo si è proteso a riconquistare pace, libertà e giustizia civile. Un popolo unito che voleva superare le violenze della barbarie nazifascista, un popolo eroico di cui dobbiamo riscoprire il coraggio per affrontare un momento difficile e delicato in cui, come 69 anni fa, non mancano gli antieroi”.

Articoli correlati