23, Febbraio, 2024

Circonvallazione di Troghi, parco fluviale e pista ciclopedonale: nuova mobilità da 15 milioni di euro, con fondi Autostrade per la terza corsia

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Sono in corso in queste settimane i lavori di realizzazione della terza corsia dell’A1 nel tratto che attraversa il territorio comunale di Rignano. Da San Donato fino a Le Valli, passando per Troghi e Cellai, il cantiere di Autostrade si sviluppa proprio a fianco dei nuclei abitati. Una situazione che crea qualche disagio soprattutto dal punto di vista del rumore, con l’Amministrazione comunale di Rignano sull’Arno che raccoglie le segnalazioni dei cittadini (c’è anche la mail autostrada@comune.rignano.it da poter usare) e fa da tramite con Autostrade per limitare al massimo l’impatto sul territorio.

Ma il passaggio della terza corsia, insieme ai disagi, porterà anche enormi novità per la viabilità del territorio. Autostrade ha infatti riconosciuto proprio al comune di Rignano 15 milioni di euro, destinati a risolvere le criticità legate soprattutto alla conformazione stradale all’interno dell’abitato di Troghi, ma non solo. Il sindaco Giacomo Certosi ha presentato a fine dicembre 2023 un ampio progetto per un “sistema complesso di mobilità” che dovrà essere realizzato proprio con quei fondi.

“Il nuovo sistema di mobilità per quell’area – spiega Certosi – avrà sicuramente il suo punto focale nella nuova Circonvallazione di Troghi. Si tratta di un tratto stradale nuovo, che sarà realizzato fra il centro abitato e il tratto dell’A1, eliminando così le criticità della Strada provinciale attuale, che passa in mezzo alle case, vicino alle scuole, con una strettoia regolata da semaforo. La nuova variante consentirà dunque di eliminare i problemi del traffico, mettere in sicurezza il centro abitato e la scuola, riqualificare la frazione di Troghi, e inoltre restituirà un collegamento e quindi una possibilità concreta di sviluppo anche all’area ex Montecchi”.

Ma il progetto non si ferma solo alla Variante di Troghi. “Come Amministrazione comunale abbiamo fortemente voluto che il progetto contenesse anche degli interventi pensati per le persone. E così è stata prevista anche una pista ciclopedonale che collegherà gli abitati di Troghi e di Cellai, con attraversamento del fiume e un nuovo parcheggio a disposizione dell’abitato di Cellai, che permetterà di risolvere anche i problemi della frazione”.

Non solo: “Sempre all’interno dello stesso progetto – conclude il sindaco Certosi – abbiamo inserito un nuovo Parco fluviale a Troghi, un’area verde riqualificata e attrezzata per le persone e i bambini, un luogo dedicato dunque ai cittadini, che potranno viverlo in tutte le stagioni dell’anno”. L’obiettivo, dal punto di vista dei tempi, è di riuscire a terminare la fase di progettazione entro l’anno e poi procedere così successivamente con l’appalto.

Glenda Venturini
Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati