29, Settembre, 2022

Ciclopista dell’Arno fra Valdisieve e Valdarno: via libera in Consiglio comunale. I lavori dal 2023

Più lette

In Vetrina

È stato approvato in Consiglio Comunale a Reggello il progetto definitivo con la contestuale variante urbanistica per la realizzazione del sentiero ciclo-pedonale dell’Arno che interessa i comuni di Fiesole, Pontassieve, Rignano sull’Arno, Reggello e Figline e Incisa Valdarno. Il via libera è arrivato con i voti favorevoli della maggioranza. Si tratta di un importante passo avanti nella procedura amministrativa che prevede, in seguito, l’approvazione del progetto esecutivo, l’acquisizione dei terreni e la gara d’appalto  entro la fine di quest’anno. A primavera del 2023 dovrebbero iniziare quindi i lavori che si concluderanno nei due anni successivi.

La ciclopista dell’Arno viene individuata come infrastruttura strategica per la mobilità, per la qualità urbana, per la difesa del territorio e per lo sviluppo economico sostenibile. Aiuterà inoltre a sviluppare il cosiddetto turismo ‘lento’, caratterizzato dalla scelta di viaggiare e muoversi in bicicletta consentendo così la scoperta di luoghi talvolta poco conosciuti, ma di grande fascino artistico e paesaggistico. Per i cittadini in generale, la ciclopista rappresenta un significativo passo in avanti per migliorare la qualità della vita della popolazione residente e vuole essere un’importante risposta alla sempre maggiore richiesta di mobilità integrata a zero impatto ambientale.

Il progetto della ciclovia Valdisieve-Valdarno è inserito nel Programma regionale di sviluppo approvato dalla Regione nel 2017 che individua tra le politiche per le infrastrutture e la mobilità, la realizzazione di una rete regionale per la mobilità ciclabile. Inoltre, è parte integrante del sistema della mobilità sostenibile regionale che partendo dalle pendici del monte Falterona giunge fino a bocca d’Arno a Marina di Pisa, ed è finanziata per l’80% dai fondi della Regione Toscana e per la restante quota dai Comuni interessati.

“Questa proposta – spiega Andrea Cosi, Assessore all’Urbanistica del Comune di Reggello – nasce dalla capacità di cinque amministrazioni comunali di operare in sinergia per garantire una migliore fruizione del territorio, sia in termini di mobilità che di opportunità turistica. Il trend del turismo in bicicletta è in costante crescita, e coinvolge sia la popolazione locale che i molti turisti stranieri sempre più numerosi presenti nel nostro Comune. L’approvazione del progetto rappresenta pertanto una significativa risposta ai bisogni dei cittadini e alle legittime aspettative delle categorie economiche della nostra zona dotando il territorio di un’infrastruttura per la mobilità e lo svago di grande valore”.

Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati