28, Giugno, 2022

Cia Agricoltori Italiani in protesta per le difficoltà del settore: anche l’agricoltura valdarnese scende in piazza

Più lette

In Vetrina

Partiranno anche dal Valdarno gli agricoltori per partecipare, mercoledì 20 aprile, alla protesta del mondo agricolo organizzata da Cia Agricoltori Italiani. Sono decine le imprese agricole del territorio che hanno deciso di spegnere i trattori e lasciare campi, aziende e agriturismi, per unirsi ai colleghi della provincia.

Obiettivo della protesta è dire “basta” allo stillicidio che ha colpito questo settore, messo in ginocchio dai prezzi di materie prime e carburanti ormai alle stelle, dagli animali selvatici fuori controllo che distruggono le colture e azzerano i raccolti, dai timori che altre criticità, come la peste suina, potrebbero ben presto estendersi, con pesanti conseguenze, anche in quest’area. E questo solo per citare le questioni più gravi elencate nella piattaforma politica, già consegnata dai referenti territoriali di Cia agli amministratori e ai rappresentanti istituzionali della vallata.

Motivazioni che hanno complicato una situazione resa precaria da due anni di pandemia e dalle misure restrittive per il contenimento del Covid 19, che hanno ridimensionato sensibilmente i redditi agricoli, con l’interruzione di alcuni importanti attività multifunzionali, dall’ospitalità alla ristorazione agrituristica.

Coordinati dal referente di zona, il 20 gli imprenditori punteranno su Arezzo, dove sono disponibili i pullman per raggiungere Venturina Terme nel comune di Campiglia Marittima, dove si svolgerà la protesta con gli agricoltori e gli allevatori di tutte le regioni del centro Italia.

Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati