08, Dicembre, 2022

“Cerca il piatto, trova il ristorante”: nasce Appetitoso, l’app made in Valdarno che piace a Renzi

Più lette

In Vetrina

La vittoria allo Start Up Weekend di Roma e poi quasi un anno di lavoro prima di lanciare ufficialmente l’applicazione sviluppata da un giovane team montevarchino che introduce un nuovo modo di orientarsi tra i ristoranti con lo smartphone. Presentata domenica scorsa, a sorpresa ha subito incassato i complimenti del Presidente del Consiglio

Nell’era degli smartphone, trovare un ristorante è l’ultimo dei problemi. Se però una volta entrati lì non si serve il nostro piatto preferito, tocca accontentarsi. Un gruppo di giovani montevarchini ha deciso che era il momento di dare più importanza ai piatti: a quelli tradizionali, a quelli che fanno la fortuna di uno chef, a quelli di cui semplicemente si ha voglia in quel momento. Per quasi un anno hanno lavorato dopo cena e nel tempo libero fino a dare vita ad Appetitoso, l’applicazione lanciata domenica scorsa a Firenze con uno slogan che da solo basta a spiegare come funziona: “Cerca il piatto, trova il risorante”. Tra i primi ad installarla sul proprio smartphone, a sorpresa, c’è il Presidente del Consiglio Matteo Renzi, che prima della presentazione si è voluto congratulare con il team valdarnese, definito un esempio per chi intende fare innovazione.

Appetitoso è un motore di ricerca che funziona al contrario. Di guide su carta e online che consigliano i migliori ristoranti ne è pieno il mondo, ma mica è detto che il ristorante più quotato sappia cucinare bene anche quel piatto che mi va di gustare proprio ora. L’applicazione ribalta quindi il concetto: sono a Firenze e ho voglia di pappa al pomodoro, cerco e scopro dov’è che cucinano la più buona. E quando non si ha in mente un piatto preciso, Appetitoso suggerisce da sé alcune ricette tipiche e i ristoranti capaci di prepararle come si deve, proprio come se a consigliare fosse una persona del posto.
 
“Tutto è nato – racconta Gianni Barlacchi, CEO e co-fondatore – durante un fine settimana tra amici, a Roma. Volevamo mangiare un bel piatto di spaghetti all’amatriciana. Cercando in internet e su varie applicazioni trovammo decine di ristoranti, ma nemmeno una parola sui piatti”. Tornati a casa gli amici si misero al lavoro e nel giro di qualche giorni erano diventati un team di sviluppo. Una bozza del progetto venne candidata allo Start-up weekend di Roma nell’ottobre scorso. L’idea doveva essere presentata davanti a importanti investitori in un solo minuto di tempo. Bastò a convicerli: Appetitoso fu una delle 12 selezionate per la fase finale. Da allora la faccenda si è fatta seria, il gruppo ha continuato a lavorare di sera, di notte, in ogni ritaglio del tempo libero e nel frattempo si è allargato. Ai co-fondatori Gianni Barlacchi (CEO), Emanuele Rossinelli (COO), Tommaso Resti (CTO) e Andrea Mariani (Developer), si sono aggiunti Cosimo Vannucci (CFO), Stefano Piani (Marketing & Sales) e Marco Lari (Graphic designer).
 
Dopo otto mesi di lavoro l’applicazione è stata finalmente rilasciata domenica scorsa riscuotendo il consenso degli addetti ai lavori, dei curiosi presenti alla presentazione e soprattutto di due sostenitori d’eccezione: il neo eletto sindaco di Firenze Dario Nardella e il Presidente del Consiglio Matteo Renzi al quale era stato recapitato un invito a provare Appetitoso e che, tramite la propria segreteria, ha inviato un messaggio per congratularsi e fare il proprio in bocca al lupo alla start-up valdarnese.
 
L’applicazione per Android e iOS è disponibile nei rispettivi Store, per il momento in versione Beta e attiva sulla sola città di Firenze. Il prossimo obiettivo è quello di allargare il servizio ad almeno un’altra grande città nel giro di pochi mesi. Che sia Milano? Tra due giorni infatti Appetitoso sarà all’Expo delle Startup 2014 presso la Regione Lombardia, scelta tra le migliori giovani imprese italiane. Da lì potrebbero aprirsi nuove possibilità. Quel che è certo è che l’innovazione made in Valdarno non intende fermarsi.

Articoli correlati