28, Novembre, 2022

Cavriglia, M5S: “Le comunità energetiche e autoconsumo collettivo”

Più lette

In Vetrina

Il Movimento 5 Stelle di Cavriglia interviene sulle comunità energetiche e l’autoconsumo chiedendo l’istituzione di uno sportello comunale.

“Dato il forte aumento dei prezzi sui mercati di vendita dell’energia e l’accresciuta instabilità geopolitica in Europa, a seguito anche dello scoppio del conflitto in Ucraina, e delle speculazioni alla borsa di Amsterdam, che secondariamente comportano un rilevante aumento dei costi per cittadini, imprese e istituzioni, riteniamo che promuovere e attuare le comunità energetiche e l’autoconsumo collettivo e istituire uno sportello comunale, atto all’informazione delle procedure, diventi un atto dovuto che aiuterebbe una parte della popolazione e metterebbe Cavriglia tra i comuni più virtuosi d’Italia, non solo per i bilanci in positivo, ma mostrerebbe un modello di sviluppo sia sostenibile che tra i più innovativi”.

“D’altro canto l’amministrazione, negli anni ha già efficientato energeticamente tutte le scuole, non ultimo il comune dispone del più grande parco fotovoltaico pubblico della Toscana, diventa palese che l’amministrazione è di per sè già sensibile al problema energetico e attenta ai consumi, quindi per noi intraprendere un percorso che ci porti a istituire e promuovere le comunità energetiche e l’autoconsumo collettivo, non può che essere una conseguenza della strada già intrapresa. Il conseguente risparmio cospicuo in bolletta, di tutti i membri delle C.E. e A.C. darebbe certamente una mano a tutti condomini e comunità aderenti, ma nel futuro prossimo anche una boccata d’aria alle imprese, che vogliono investire sulle energie rinnovabili, al netto di un investimento finanziato ora dal PNRR, le stesse si ritroverebbero a pagare molto meno la bolletta elettrica, che in molte realtà industriali manifatturiere locali, è una parte cospicua delle spese mensili, abbassando i costi di produzione e rendendole più competitive nel mercato”.

“L’autoconsumo energetico a sua volta, rientra nel modello di sviluppo sostenibile che ci è tanto caro, prendendo esempio dal comune di Sangiovanni Valdarno dove il movimento 5 stelle ha già intrapreso il percorso in commissione apposita. Ci aspettiamo dall’amministrazione Cavrigliese un attenzione al tema altrettanto sensibile”.

Articoli correlati