15, Giugno, 2024

Castelfranco Piandiscò, il primo giorno da sindaco di Michele Rossi. I suoi primi 100 giorni

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Da oggi Michele Rossi è il nuovo sindaco di Castelfranco Piandiscò: lo ha deciso il 53,49% degli aventi diritto, pari a 2821 persone e lo ha sancito la proclamazione ufficiale avvenuta già ieri pomeriggio nel Comune di Piandiscò.

Un risultato insperato, una vittoria sofferta e che va oltre ogni più rosea aspettativa frutto della volontà dei cittadini. La gente del territorio ha creduto in lui, gli ha dato fiducia, ha espresso la voglia di un cambiamento e gli ha consegnato le chiavi del Comune.

Michele Rossi, 37 anni, che si è presentato in campagna elettorale con umiltà e determinazione nel mettersi in gioco, che ha esordito dicendo di non voler essere l’uomo solo al comando ma il coordinatore di una squadra, che ha da subito espresso la volontà di ascoltare i cittadini e di rapportarsi con loro per le scelte da effettuare nell’interesse della gente e del territorio, parte da qui e inizia il suo percorso di sindaco.

“Grande emozione e grande gioia per questo risultato che era assolutamente inaspettato ma che è stato davvero conquistato con la voglia di fare qualcosa di importante per il nostro territorio. Abbiamo girato, in campagna elettorale, per tutto il comune con una squadra fantastica: sapevamo di potercela fare ma un conto è poi farcela davvero e vedere i risultati elettorali”.

Cosa è contato di più per questo risultato?

“La qualità della campagna elettorale fatta con trasparenza e lealtà nei confronti dei cittadini, non siamo mai scaduti in battibecchi. Penso che questo sia stato apprezzato. Poi ha avuto importanza parlare con i cittadini, recuperare quel rapporto che mancava con l’amministrazione comunale”.

Quali saranno le azioni nei primi cento giorni?

“Vogliamo ripartire dall’ascolto, una cosa che dovrebbe essere istituzionalizzata. Inizieremo, quindi, come detto in campagna elettorale, ad ascoltare i cittadini, a costituire la Consulta. Inizieremo anche a lavorare per la manutenzione ordinaria: il nostro è un territorio vasto ma dobbiamo pensare anche al quotidiano, lo richiedono i cittadini”.

Quando la nuova Giunta?

“La Giunta deve essere ancora definita. Lo faremo nel giro di qualche giorno, con nomi e deleghe”.

Articoli correlati