08, Dicembre, 2022

Cancellato il mercato settimanale per “MyStufato”: gli ambulanti protestano, la consigliera leghista interviene

Più lette

In Vetrina

Arriva la manifestazione “MyStufato-Food & Fun Festival” a San Giovanni ed il mercato settimanale del sabato non si terrà. Gli ambulanti protestano anche con manifesti e la consigliera Chiara Legnaiuoli, capogruppo della Lega in Consiglio comunale interviene.

La consigliera non critica la manifestazione che anzi ritiene “un evento finalizzato al mantenimento e alla divulgazione delle tradizioni”, che rappresenta “la vita di una città, la sua valorizzazione più intima” e che deve essere sostenuto “con il massimo impegno e contributo da parte di tutti”, ma il mancato svolgimento del mercato.

“Tutto ciò è legittimo, a maggior ragione, se vengono però mantenuti i diritti di tutti. Mi riferisco agli ambulanti del mercato settimanale che in questa situazione vengono impossibilitati a svolgere il loro lavoro. Il rispetto delle tradizioni vale a maggior ragione quando vale un diritto al lavoro e una legittimità a svolgerlo. La domanda che la Lega si pone è come non sia possibile conciliare le due esigenze; fornendo, altresì, un servizio migliore alla cittadinanza e un momento di festa diffuso. Perché togliere un’opportunità di lavoro a tanti ambulanti specie in questo momento di grande difficoltà economica? Qual è il motivo ostativo che impedisce una festa ancora più bella ed apprezzabile? Il Sindaco e la sua Giunta non si sono fatte queste domande? Si naviga a vista e una iniziativa esclude l’altra?”.

La consigliera Legnaiuoli chiede al Sindaco “di impegnarsi per trovare un’altra collocazione ai banchi del mercato settimanale nel giorno di sabato 15 ottobre affinché tutti vedano rispettati i propri diritti. Da ricordare anche che gli ambulanti pagano una concessione amministrativa di occupazione del suolo pubblico per lavorare a San Giovanni, e meritano di esercitare la loro attività di vendita anche contestualmente e all’interno di una manifestazione straordinaria, legata più propriamente alla tradizione locale. La Lega è da sempre attenta a queste situazioni e spera rapidamente che venga trovato un punto di incontro. Spesso è sufficiente del buonsenso e un po’ di cura anche alle esigenze e ai diritti degli altri. Non si necessita, talvolta, di prese di posizione e decisioni immediate, bisogna riflettere senza calpestare i piedi ad alcuno. Ma il Sindaco e la sua Giunta sono forti dei numeri e si sono dimostrati spesso noncuranti dei suggerimenti anche della gente, per poi dover ritornare sui loro passi. Non è nuovo, ad oggi, questo atteggiamento anche in decisioni ben più complesse che hanno visto un loro atteggiamento politicamente approssimativo e inconcludente”.

La consigliera leghista conclude: “La Lega è dalla parte di chi, con senso di responsabilità ed umiltà, chiede aiuto per far rispettare i propri legittimi diritti e pertanto auspica la realizzazione di una festa nel prossimo fine settimana all’insegna del divertimento, della serenità, della tradizione e della presenza di tanti visitatori. Sia anche il Sindaco a renderlo possibile fugando ogni dissenso”.

Articoli correlati