27, Novembre, 2022

Calici di stelle: 1500 persone hanno preso parte all’undicesima edizione a Campogialli

Più lette

In Vetrina

Il piccolo e suggestivo borgo della frazione terranuovese, come ogni, si è animata di tantissime persone. Il sindaco Chienni: “Queste iniziative hanno una duplice valenza: da un lato rappresentano un’occasione di socializzazione e di svago, dall’altro costituiscono un momento di promozione del nostro territorio”.

Oltre 1500 le persone che hanno partecipato all’ undicesima edizione di Calici di Stelle a Campogialli. Quest’anno erano oltre 25 i punti degustazione posizionati nelle vie del piccolo e suggestivo borgo della frazione terranuovese.

La serata è stata l'occasione per degustare le migliori produzioni vinicole, presentate con cura e competenza dall’Associazione Sommelier. I vini, poi, sono stati accompagnati da prodotti dell’agricoltura e dell’artigianato alimentare: tanti assaggi preparati dalle aziende e dai ristoratori del territorio, dai crostini alle tagliatelle, dalla pappa al pomodoro ai formaggi, dal pollo al peposo, fino ai gelati preparati con materie prime di altissima qualità. In questo contesto uno specifico spazio è stato allestito per presentare l’Associazione produttori fagiolo zolfino della Setteponti, che sta operando per promuovere e tutelare il celebre fagiolo, ormai conosciuto a livello nazionale.

Per tutta la serata i vicoli e le piazzette del centro storico sono state animate da vari generi musicali che hanno accompagnato i turisti e i valdarnesi presenti nella notte di San Lorenzo.

“Siamo molto contenti – ha affermato il Sindaco di Terranuova Sergio Chienni – del successo riscosso da Calici di Stelle. Nel corso del tempo l’iniziativa ha avuto un’evoluzione importante con un sempre maggiore coinvolgimento degli abitanti di Campogialli. È per questo che ci tengo a ringraziarli sentitamente per l’impegno prestato nell’organizzazione e per l’accoglienza. A nome dell’amministrazione un ringraziamento va poi ai produttori e ai ristoratori che con passione hanno raccontato con le parole e con gli assaggi l’enogastronomia del nostro territorio, che è una parte significativa della cultura e dell’economia del Valdarno. Queste iniziative, infatti, hanno una duplice valenza: da un lato rappresentano un’occasione di socializzazione e di svago, dall’altro costituiscono un momento di promozione del nostro territorio. È necessario continuare ad impegnarsi tutti insieme per far conoscere le tipicità e le bellezze del contesto in cui viviamo”. 

Articoli correlati