25, Aprile, 2024

Bucine, via il dosso troppo alto. L’opposizione: “Una commedia”. Il sindaco: “Soluzione senza aggravio di costi”

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Sono stati rimossi ieri i dossi che costituivano l’attraversamento pedonale protetto realizzato nel centro storico di Bucine, ma che erano troppo alti per la circolazione delle auto. La Lista di opposizione Alleanza per Bucine, che per prima aveva sollevato l’attenzione sul problema, commenta: “L’amministrazione comunale nel programma dell’istituzione del senso unico nel centro di Bucine (su cui permangono le nostre perplessità legate anche alla sicurezza stradale per il senso di marcia scelto) ha commissionato la realizzazione dei dossi per l’attraversamento pedonale, che definirli ridicoli è riduttivo dato il turbinio di battute che purtroppo ha accompagnato la vicenda. Oggi va in scena, a pochi passi dal teatro comunale, quello che speriamo essere l’ultimo atto di una commedia da far invidia alla miglior compagnia comica teatrale”.

“Purtroppo – conclude la nota di Alleanza per Bucine – tutto ciò è pagato dai cittadini contribuenti bucinesi, a cui si somma il disagio subito nei mesi di chiusura della strada; chissà se al nostro sindaco basteranno i tanto decantati 12mila euro di avanzo per rimediare allo scempio. Molto di più e molto meglio si dovrà fare nel prossimo futuro in questo Comune, perché il nostro territorio e i suoi cittadini lo meritano”.

Polemiche che però il sindaco di Bucine, Nicola Benini, rispedisce indietro al mittente, spiegando che si è trovata una soluzione senza ulteriori costi a carico dei cittadini. “L’intervento di rifacimento del lastricato di Via Roma nel centro di Bucine prevedeva anche l’abbattimento delle barriere architettoniche per i pedoni. Tra queste opere era prevista la realizzazione di due attraversamenti pedonali rialzati. Subito dopo l’esecuzione ci siamo resi conto che, per come erano stati realizzati, avrebbero provocato disagio al transito dei veicoli, ma era indispensabile riaprire il centro storico al traffico. L’Amministrazione da subito si è mossa insieme al Direttore dei lavori, al Responsabile del procedimento e alla ditta esecutrice per trovare una soluzione che rispettasse la normativa in materia di abbattimento delle barriere architettoniche, ma che al tempo stesso non provocasse disagio alla circolazione stradale e non comportasse maggiori spese per le casse del Comune e quindi per i cittadini”.

“I tempi di ripristino – aggiunge il sindaco di Bucine – sono stati i minimi indispensabili, compatibilmente con le implicazioni del Codice Appalti, per definire le responsabilità e studiare la soluzione per eliminare l’inconveniente creatosi. Siamo riusciti a trovare in tempi brevi una soluzione, concordata con la ditta esecutrice, che ripristinasse una più agevole circolazione stradale, ma mantenendo al tempo stesso il rispetto della normativa sulle barriere architettoniche e, altro elemento essenziale, senza alcun aggravio di costi per i cittadini. Ci siamo assunti la responsabilità di porre rimedio ad un problema originato non certo dall’Amministrazione, e quello ottenuto mi sembra un risultato importante che risolve la situazione di disagio creata per residenti e commercianti del centro, con i quali ci scusiamo. Il resto sono solo polemiche gratuite e pretestuose”.

“Questa Amministrazione, che rappresento e di cui sono orgoglioso – conclude Benini – in questi 4 anni di mandato ha sempre fatto fronte con senso di responsabilità ai propri doveri, anche per questioni molto più serie e gravi di questa, assumendosi anche l’onere, come in questo caso, di affrontare problemi non dovuti al nostro operato e cercando le soluzioni migliori nell’interesse dei nostri concittadini”.

Glenda Venturini
Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati