28, Maggio, 2024

Bucine, il candidato Emiliano Taranghelli si presenta: “Sviluppo Comune è agire esclusivamente nell’interesse dei cittadini”

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Emiliano Taranghelli, candidato sindaco alle prossime elezioni amministrative di Bucine che concorrerà con la lista civica “Sviluppo Comune” presenta i valori e i progetti in cui la lista crede, puntando soprattutto sulla necessità di ascoltare attentamente la cittadinanza. 

 

Le parole del candidato:”Sono Emiliano Taranghelli, candidato a sindaco per la lista civica Sviluppo Comune che si presenta alle prossime elezioni amministrative di Bucine. Questa lista civica già dal nome vuole trasferire dei concetti ben precisi che sono basati essenzialmente sullo sviluppo. Lo sviluppo sia economico della nostra comunità che quello del benessere dei cittadini. Questi due sono i due pilastri su cui ci contraddistinguiamo nel nostro messaggio politico. È chiaro che questi messaggi devono essere poi concretizzati nella pratica e anche su questo abbiamo le idee piuttosto chiare.“

Spiega Taranghelli:”Per lo sviluppo economico dobbiamo dare spazio affinchè si sviluppino quelle attività che sono capaci di produrre ricchezza nel nostro territorio e solo consentendo loro di produrre ricchezza, la si può distribuire. Sto parlando di tutte le attività del nostro territorio, di qualsiasi tipo esse siano: commerciali, artigianali, industriali, agricole, turistiche. Il comune deve essere a disposizione, a fianco di queste attività perchè si possano sviluppare e creare ricchezza. Per quanto riguarda il benessere dei cittadini abbiamo individuato come trasmissione tra l’Amministrazione comunale e i cittadini, le associazioni del nostro territorio, di ogni tipo: sportive culturali, sociali, le Pro Loco; che sono davvero dei pilastri della nostra comunità e con queste dobbiamo collaborare. Poi l’amministrazione comunale deve far bene quelle cose che gli competono: servizi di qualità ai cittadini, strutture rese sicure e operare al meglio nell’esclusivo interesse dei cittadini, senza condizionamenti di altre parti.”

La nostra è una lista civica piuttosto trasversale, ci sono al loro interno persone sia di centrodestra che persone che in passato si sono identificate nel centrosinistra e ci concentriamo su temi specifici. Vogliamo un’amministrazione capace di reperire i fondi e per questo un assessore specifico si dedicherà all’intercettazione e partecipazione di bandi regionali, nazionali ed europei: con la struttura comunale parteciperemo a più bandi possibili e questo assessore sarà anche a disposizione delle associazioni per presentare progetti insieme. Inoltre, l’Amministrazione deve essere brava, una volta vinti i bandi, a mettere a terra questi fondi, concretizzare i progetti e realizzarli nei tempi. Oggi vediamo che alcuni progetti e lavori partono ma vengono conclusi con anni e anni di ritardo e questo non è ammissibile. Sicuramente ci sono delle carenze nell’impostazione dei contratti nei confronti delle ditte appaltatrici e poi manca totalmente il controllo dell’avanzamento di questi lavori.”

Quindi un’amministrazione efficace, che viene dal mondo civico che sa bene come gestire queste cose. Un’efficienza a tutto tondo: sia da un punto di vista della gestione dell’Amministrazione, nei confronti dei cittadini: spesso si ricevono lamentele di carenza di comunicazione e distanza nei confronti dei cittadini delle varie frazioni. Abbiamo sollevato vari punti: tra gli ultimi, le rette degli asili nido che sono esageratamente alte in confronto agli altri comuni.”

Conclude Taranghelli:”Un altro punto importante riguarda le frazioni: è importante avere un’amministrazione molto vicina a tutti i paesi senza creare gestioni di serie A e gestioni di serie B. Infatti la nostra lista si chiama ‘Sviluppo Comune’ perchè vuole intendere lo sviluppo di tutta la comunità, senza fare distinzioni: per questo vogliamo essere vicini ai cittadini qualora ci venga data la fiducia per amministrare questo comune organizzeremo sistematicamente degli incontri con la cittadinanza, lasceremo aperti tutti i canali di comunicazione e questo ci contraddistinguerà rispetto a tutto il recente passato: non ci chiuderemo nel palazzo ma saremo a contatto dei cittadini, apriremo anche degli sportelli di ascolto.”

Obiettivo di Sviluppo Comune è quello di governare il comune nell’esclusivo interesse dei cittadini e dare una svolta al comune di Bucine, un’alternanza che in democrazia è anche salutare.”

I prossimi incontri con la cittadinanza: 16 maggio Badia a Ruoti; 20 maggio San Leolino; 23 maggio San Pancrazio; 24 maggio Pogi; 27 maggio a Badia Agnano; 30 maggio Mercatale; 31 maggio Levane; 3 giugno Pietraviva; 4 giugno Ambra; 6 giugno a Bucine.

Articoli correlati