23, Febbraio, 2024

Brilli Peri, per i lavori strutturali Grasso sfida l’Amministrazione: “Prendete spunto dall’appalto per la piscina comunale”

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Per il capogruppo di opposizione “dopo quattro anni di propaganda, ancora non è stato fatto nulla di concreto per lo stadio comunale”. Da qui la proposta provocatoria: “Copiate l’appalto per la gestione del Centro del nuoto”

Per risolvere la questione dei necessari lavori allo stadio comunale Brilli Peri, il capogruppo di opposizione Francesco Maria Grasso 'sfida' l'Amministrazione comunale: "Copiate l'appalto che abbiamo messo in atto per la piscina comunale".

"Ho aspettato l'inizio del campionato – spiega Grasso – per vedere se l'annoso problema dei lavori strutturali del Brilli peri e degli investimenti sul terreno potesse risolversi senza problemi. Ma il campionato è iniziato e niente è stato fatto anche quest'anno. Dopo quattro anni di comunicati, propaganda, interventi e conferenze stampa il nulla assoluto per lo stadio Brilli Peri". 

"Eppure Chiassai Martini ogni hanno ha promesso, affermando di aver pronto il progetto preliminare, poi definitivo, poi quasi pronti i lavori… ad oggi invece nessuna decisione. Io mi sono permesso – continua l'ex sindaco – di suggerire di copiare da quello che è già stato fatto: in particolare la procedura espletata sulla piscina comunale, che per anni è stato un problema ed oggi è un gioiello per l'intero Valdarno, grazie alla cooperativa che la gestisce per 20 anni la quale ha fatto e sta facendo investimenti strutturali". 

"Basterebbe copiare progetto preliminare, bando pubblico, appalto di servizi o ad altra figura del nuovo codice degli appalti che gli appaltatori possono migliorare con scelta del tipo di contratto pubblico; prevedere come contro partita della pubblica amministrazione comunale una somma (70mila euro nella piscina comunale), nell'esercizio annuale per gli investimenti; affidare gestione dei campi sportivi alla società calcistica che farà l'investimento; procedere con la messa a gara per eventuale contro offerta migliorativa, e infine assegnare i lavori con cronoprogramma". 

"In questi quattro anni – conclude Grasso – il sindaco di Montevarchi oltre le interviste e le comunicazioni stampa non ha portato in consiglio comunale uno straccio di progetto, programma, obbiettivo di ristrutturazione e si è sempre rifiutata di accantonare fondi a bilancio". 

Glenda Venturini
Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati