06, Febbraio, 2023

Borro del Quercio: tagliato un pioppo di grandi dimensioni a rischio caduta

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Intervenuti gli operai del Consorzio di bonifica 2 Alto Valdarno. A causa delle precarie condizioni, rischiava di trasformarsi in un pericolo per il regolare deflusso delle acque, per le opere e per le infrastrutture presenti nella zona

 

Gli operai del Consorzio di boinifica 2 Alto Valdarno sono intervenuti a San Giovanni lungo il Borro del Quercio per abbattere un pioppo di grandi dimensioni che stava rappresentando una minaccia per la sicurezza idraulica e la pubblica incoluminità: all’interno il tronco , infatti, era completamente marcio.

Se ne sono accorti i tecnici del Consorzio 2 Alto Valdarno durante un recente sopralluogo: immediata è stata la decisione di rimuovere la pianta, per salvaguardare la stabilità del ponte che attraversa il corso d’acqua e per tutelare i cittadini che utilizzano la strada comunale adiacente all’asta fluviale. L’operazione, tutt’altro che semplice, ha richiesto l’intervento di una piattaforma aerea e di operai specializzati rimasti all’opera per diverse ore.

 

“Con una serie di interventi puntuali – spiega l’ingegner Beatrice Lanusini, referente del settore difesa idrogeologica del Consorzio 2 Alto Valdarno per la vallata che ha operato insieme al direttore lavori, ingegner Gregorio Bartolucci – stiamo cercando di  rimediare alcune criticità presenti lungo il reticolo di gestione. Molte sono create dalla presenza di piante vecchie, malate e di grandi dimensioni, che all’improvviso, potrebbero trasformarsi in veri e propri “killer” per i corsi d’acqua e le persone”.

Diversi infatti sono i tagli pianificati e realizzati in questi giorni dal Consorzio 2 Alto Valdarno, che ha rimosso alberature pericolanti in diversi comuni della vallata, sia nel versante aretino che fiorentino.

 

 

Articoli correlati