19, Agosto, 2022

Atto vandalico al circolo velico della Polisportiva La Rugiada che si occupa di persone disabili: danni alle attrezzature

Più lette

In Vetrina

L’Amministrazione di Caviglia parla di “sdegno e vergogna per il gesto che ha causato anche danni economici a proprietà private che fanno del bene al prossimo”. La Polizia municipale sta visionando le immagini della videosorveglianza per individuare i responsabili

Danni alle imbarcazioni e alle attrezzature della Polisportiva La Rugiada, al lago di San Cipriano nel comune di Cavriglia: un atto vandalico ancora più grave perché attuato nei confronti di chi si occupa di persone con disabilità, che è stato denunciato proprio dall'Amministrazione comunale, che ha espresso profondo sdegno per quanto accaduto e ha assicurato che sarà fatto di tutto per individuare i responsabili. 

"Un grave atto vandalico si è consumato la notte scorsa al circolo velico della Polisportiva La Rugiada al lago di San Cipriano che da anni cura con attenzione, impegno e dedizione un piccolo paradiso verde del nostro territorio. Le imbarcazioni e le staccionate sulle sponde del lago di San Cipriano (bacino di proprietà Enel) sono state oggetto di atti vandalici, assolutamente senza spiegazioni possibili e con la conseguenza di ingenti danni alle barche ed alla sede del Circolo", spiega l'Amministrazione in una nota.

 

"Un albero di un'imbarcazione è stato spaccato, altri mezzi sono stati rovesciati in acqua, con motori a rischio funzionamento. Impossibile capire cosa può spingere qualcuno ad andare a danneggiare beni altrui in un momento peraltro nel quale le problematiche comuni legate alla pandemia e alla zona rossa dovrebbero far comprendere la necessità di comportamenti responsabili. È altresì gravissimo che si siano presi di mira beni di un’associazione che il Comune sostiene e che nobilmente si occupa di persone disabili, che aiuta con abnegazione e ammirevole impegno chi soffre ad avere una speranza attraverso attività ludico sportive nel nostro territorio". 

"Questo gesto – conclude la nota del comune di Cavriglia – rappresenta un oltraggio ed un’offesa enorme a quei ragazzi che di per sé da tutta la vita attraversano un percorso di sofferenza.  La Polizia Minicipale sta già verificando le immagini a circuito chiuso di tutte le telecamere comunali. Preghiamo chiunque abbia visto movimenti sospetti nella zona del circolo, di segnalarlo alle autorità competenti per individuare i responsabili e punirli nel modo più adeguato. Per il resto esiste solo lo sdegno e la vergogna per il gesto che ha causato anche danni economici a proprietà private che fanno del bene al prossimo".


 

Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati