11, Agosto, 2022

Aree gioco: lavori in corso in quattro frazioni per 100mila euro

Più lette

In Vetrina

Riqualificazione, abbattimento barriere architettoniche e installazione nuovi giochi gi ultimati a Castello e Ponte agli Stolli, in corso a Cesto. Poi via agli interventi a Scampata

Altalene, tappeti elastici, castelli (con scivolo), dondoli, pavimentazioni antitrauma e abbattimento delle barriere architettoniche, grazie a vialetti e pedane di accesso:  sono solo alcune delle novità che riguarderanno quattro frazioni di Figline e Incisa Valdarno interessate da lavori di riqualificazione e ampliamento delle aree gioco comunali.

Gli interventi riguardano i giardini di Castello e Ponte agli Stolli, già completati nelle scorse settimane; Cesto, dove in questi giorni si sta lavorando all’ampliamento dell’area verde, da dotare di vialetti e nuova illuminazione, oltre che all’installazione della pavimentazione antitrauma e di nuovi giochi; Scampata, dove al momento non ci sono giardini attrezzati ma dove ne sarà realizzato uno nuovo nelle prossime settimane, con tanto di “palestrina” e giochi a molla.

“Si tratta di 100mila euro di lavori – spiega l’assessore all’Ambiente, Paolo Bianchini – che, come Amministrazione comunale, abbiamo deciso di investire in quattro frazioni, che necessitavano di interventi sul verde pubblico. In tre di queste, che sono Castello, Ponte agli Stolli e Cesto, si è scelto di ampliare e rinnovare le aree gioco già esistenti, installando nuovi giochi, utilizzabili anche dai bambini con disabilità, e rendendole quindi più accoglienti e inclusive. A Scampata, invece, l’area giochi sarà realizzata ex novo nelle prossime settimane, dal momento che questa località ne è attualmente sprovvista. Contemporaneamente, nelle frazioni di Ponte agli Stolli, Palazzolo e Restone sono in fase di ultimazione le operazioni che consentiranno l’installazione di tre nuovi fontanelli. Si tratta di erogatori di acqua gassata e naturale di alta qualità, che entreranno in funzione entro questa primavera e che andranno a sommarsi ai nove già presenti sul territorio comunale”.

Articoli correlati