22, Giugno, 2024

Aquila, con la Baldaccio si recupera il 23 dicembre. Ultime ore per il mercato

Più lette

Rossoblù in campo per l’Antivigilia di Natale nel recupero della gara rinviata per motivi di ordine pubblico. Si giocherà alle 14.30 allo stadio Buitoni di Sansepolcro. Tifosi insoddisfatti per la data scelta, ma la Figc ha solo seguito la prassi. Intanto domani scade il termine per i trasferimenti e nell’ambiente si inseguono le ultime voci di mercato

Si giocherà il 23 dicembre la partita tra Baldaccio Bruni e Aquila Montevarchi, originalmente in programma domenica scorsa e poi rinviata per ordine del Prefetto di Arezzo per motivi di ordine pubblico. Una data, quella ufficializzata dal Comitato regionale della Federcalcio nel tardo pomeriggio di ieri, che ha colto di sorpresa gli addetti ai lavori e di certo non ha soddisfatto i tifosi. Si giocherà, come da disposizione del prefetto, allo stadio Buitoni di Sansepolcro, con fischio d'inizio alle 14.30.

Negli ultimi giorni sembrava che la partita sarebbe stata recuperata il 30 dicembre o addirittura il 6 gennaio, un mercoledì festivo che avrebbe consentito ai tifosi di entrambe le squadre di seguire numerosi la partita (e fruttare un bell'incasso). Giocare il giorno dell'Antiviglia di Natale, per di più feriale, vorrà dire invece farlo davanti a pochi tifosi e rimandando l'inizio delle vacanze estive per entrambe le squadre.

Ma d'altra parte la Figc ha agito per consuetudine: una regola scritta non c'è, ma l'indirizzo generale è quello di recuperare le gare non disputate “il mercoledì successivo alla pubblicazione sul comunicato ufficiale della mancata effettuazione o sospensione della gara”, come ricorda il comunicato ufficiale di inizio stagione. Dato che la pubblicazione è attesa sul comunicato di giovedì pomeriggio, il primo mercoledì utile è proprio il 23 dicembre.

Per quella data l'Aquila potrebbe comunque recuperare Samir Lacheheb, l'attaccante francese arrivato in rossoblù all'inizio del mese ma che ancora non ha potuto fare il suo esordio per via di un problema al flessore che necessitava di cure. Il primo e finora l'unico colpo di un mercato che ha portato l'Aquila a intavolare tante trattative e a dover fronteggiare ancor più numerose difficoltà.

Ora che il tempo stringe – il termine per i trasferimenti scade tra poco più di 24 ore, alle 19 di mercoledì 17 dicembre, poi si apriranno le liste degli svincolati – la dirigenza è al lavoro per chiudere gli ultimi affari. Si continua a parlare di Andrea Pobega, dato per fatto già da una settimana, mentre il nome nuovo spuntato nelle ultime ore è quello di Federico Settepassi, difensore centrale classe 1986 che sarebbe in uscita dallo Scandicci e che conta tante stagioni di esperienza dall'Eccellenza ai professionisti con Fiesole Caldine, Borgo a Buggiano e, più di recente, Foligno, Ponsacco e Mezzolara.

Articoli correlati