19, Agosto, 2022

Approfittava delle ore di libertà dalla detenzione domiciliare per acquistare cocaina a Firenze

Più lette

In Vetrina

A scoprirlo sono stati gli agenti del commissariato di polizia di Montevarchi che hanno fermato il 31enne di San Giovanni mentre stava tornando da Firenze. Il Magistrato di sorveglianza ha revocato la misura degli arresti domiciliari e ha condotto l’uomo in carcere

Approfittava delle ore di libertà concesse dalla detenzione domiciliare per recarsi a Firenze e acquistare cocaina. Scoperto dagli agenti del commissariato di polizia di Montevarchi è stato portato al carcere di Arezzo.

I fatti risalgono allo scorso fine settimana. Durante un servizio di controllo del territorio la polizia ha fermato a San Giovanni un'auto proveniente da Figline. A bordo un trentunenne sangiovannese. Dopo una rapida verifica gli agenti scoprono che è sottoposto agli arresti domiciliari, per reati contro il patrimonio, con permesso di assentarsi dalla propria abitazione in determinate ore del giorno.

Visto il suo stato d'agitazione e i suoi trascorsi legati al consumo e allo spaccio di sostanze stupefacenti, i poliziotti decidono di accertare se ha assunto droghe. Dopo l'esito positivo il 31enne ha confessato di essersi recato a Firenze per acquistare cocaina per uso personale e di averla anche assunta durante il viaggio di ritorno.

Gli agenti del commissariato di polizia di Montevarchi lo hanno denunciato per "guida in stato di alterazione psicofisica derivante dall’uso di sostanze stupefacenti nonché con patente revocata". Il magistrato di sorveglianza di Firenze, invece, ha sospeso la misura alternativa di cui beneficiava ripristinando la pena della reclusione. L'uomo si trova nel carcere di Arezzo.

 

Articoli correlati