05, Febbraio, 2023

Aperto lo sportello per il passaporto in Comune: il Questore Maurizio Auriemma a Figline nel primo giorno di attività

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Da questa mattina nel municipio di Figline è attivo lo sportello per fare il passaporto in comune, senza dover andare in Questura. Un servizio innovativo che rende la vita più semplice ai cittadini del Valdarno fiorentino, grazie al protocollo d’intesa firmato dalla Questura di Firenze, la Città metropolitana di Firenze e quattro Comuni del territorio, compreso quello di Figline e Incisa. Lo sportello sarà attivo ogni terzo mercoledì del mese e riuscirà a processare circa 50 richieste ogni volta.

E in occasione dell’avvio dello sportelli a Figline è intervenuto il Questore della provincia di Firenze, Maurizio Auriemma. Con lui, la sindaca di Figline e Incisa Valdarno, Giulia Mugnai, il vicesindaco Enrico Buoncompagni e il sindaco di Reggello, Piero Giunti.

“Parte il progetto dei passaporti nel comune di Figline e Incisa – ha spiegato, per la Questura, Fabio Valerio Pocek, Primo dirigente Divisione amministrativa e sociale – ogni terzo mercoledì del mese saremo presenti e potranno rivolgersi non solo gli abitanti di questo comune ma anche quelli di Reggello, per agevolare le persone ed evitare che si spostino a Firenze. Forniamo così un servizio più vicino alle esigenze dei cittadini. Ci si prenota online, secondo il calendario fissato, e ci si presenta come di consuetudine con tutto il necessario”.

Lo sportello passaporti è aperto ai residenti a Figline e Incisa Valdarno e Reggello ed è gestito direttamente dal personale della Divisione Polizia amministrativa della Questura, che si occupa del ritiro della documentazione, di prendere le impronte digitali e di avviare la pratica. Una volta presentata la richiesta, il passaporto sarà pronto in circa sette giorni e potrà essere ritirato a partire da una settimana più tardi presso la sede della Questura di Firenze (anche incaricando un delegato); altrimenti basterà aspettare l’appuntamento del mese successivo e ritirarlo in municipio a Figline. Lo sportello riceve su appuntamento. Per prenotare, basta andare sul sito www.passaportonline.poliziadistato.it, autenticarsi con Spid e scegliere il municipio di Figline come sede incaricata di gestire la pratica.

“È compito di una buona amministrazione – spiega la sindaca di Figline e Incisa, Giulia Mugnai – quello di saper essere vicina ai cittadini semplificando l’accesso ai servizi. L’intesa raggiunta tra la Questura di Firenze, la Città Metropolitana e quattro Comuni del territorio rappresenta un’innovazione semplice ma di grande impatto, come dimostra il gran numero di prenotazioni già raccolte per i primi giorni di apertura dello sportello. Ringraziamo il Questore Maurizio Auriemma e tutto il personale della Polizia di Stato di Firenze per aver reso possibile l’attivazione di questo servizio presso il nostro municipio”.

“È stato scelto Figline e Incisa Valdarno come Comune avente sede della stazione ferroviaria di area, un servizio importante che coinvolge anche i nostri cittadini di Reggello”, spiega il sindaco di Reggello, Piero Giunti. “Tale servizio renderà più semplice e meno complesso l’erogazione dei passaporti, con la possibilità di non recarsi fisicamente a Firenze. Ringrazio la Questura per questo importante progetto che va nella direzione di agevolare i servizi offerti ai cittadini delle varie aree della Città metropolitana”.

Glenda Venturini
Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati