29, Giugno, 2022

Ambra e Reggello in finale. Il Palazzolo è salvo, retrocede il Vaggio Piandiscò

Più lette

L’Ambra fa 2-2 in casa contro il Torrita e si prepara a sfidare il Lucignano. La Resco Reggello supera 3-2 il Novoli, ora tocca all’Audace Galluzzo. L’Olimpia Palazzolo completa nel migliore dei modi la sua rimonta: basta l’1-1 contro l’Impruneta Tavarnuzze per la salvezza. Vaggio Piandiscò sconfitto 5-3 ai supplementari dal Cesa, è la seconda retrocessione consecutiva

Due valdarnesi, una per girone, nelle finali playoff di Prima categoria. Ambra e Resco Reggello superano il primo turno e fanno un passo verso la Promozione. L’Olimpia Palazzolo festeggia la promozione conquistata in rimonta. Seconda retrocessione consecutiva invece per il Vaggio Piandiscò che scende in Seconda categoria.

Finisce 2-2 tra Ambra e Torrita, con il pari che premia i valdambrini in virtù della miglior posizione in classifica al termine della stagione regolare. Al 20’ Rossi viene atterrato in area e l’arbitro concede il rigore. Sul dischetto va Gregucci che non sbaglia per l’1-0. Il raddoppio arriva quattro minuti dopo con una gran botta vincente di Baldini dalla distanza. Sembra tutta in discesa per i padroni di casa, ma nella ripresa il Torrita si scuote e prima accorcia le distanze con Razzoli su rigore al quarto d’ora, poi trova il pari con la punizione vincente di Ghini al 90’. Gregucci segna in pieno recupero la rete del possibile 3-2 ma l’arbitro annulla per fuorigioco. Si va quindi ai rigori, i padroni di casa resistono e mettono al sicuro il passaggio del turno. Domenica prossima la finalissima contro il Lucignano.

Finale anche per la Resco Reggello grazie al 3-2 col quale ha eliminato La Nuova Polisportiva Novoli in una semifinale ricca di emozioni. Sotto di un gol al rientro negli spogliatoi, i reggellesi si trovano addirittura in doppio svantaggio nei primi minuti della ripresa. La gara sembra compromessa ma la squadra di mister Miliani non si dà per vinta e accorcia subito con Paloca. Il pari arriva con un colpo di testa di Pompeo e vale i tempi supplementari. I biancocelesti potevano accontentarsi del 2-2, ma al 112’ arriva la zampata vincente di capitan Basagni per il 3-2 definitivo che lancia la Resco in finale. Prossima avversaria: l’Audace Galluzzo che ha superato il Legnaia per 1-0 nell’altra semifinale.

L’Olimpia Palazzolo fa 1-1 nel playout contro l’Impruneta Tavarnuzze e festeggia una salvezza sulla quale in pochi avrebbero scommesso. Quattro vittorie e un pari nelle ultime cinque partite, 13 dei 15 punti a disposizione, e gli incisani hanno scalato la classifica dall’ultimo posto lasciandosi quattro squadre alle spalle. Rimonta completata con il pareggio di ieri che è valso l’ennesima emozionante salvezza per il club rosso-verde.

Saluta invece la Prima categoria il Vaggio Piandiscò, alla seconda retrocessione consecutiva dopo la fusione delle due società dalle quali prende il nome. A Cesa finisce 5-3 per i padroni di casa dopo i tempi supplementari. Vantaggio amaranto con Cuzzoni al 16’, poi il Cesa ritrova la parità al 5’ della ripresa con Lorenzini. Piandiscoesi di nuovo avanti con Tognaccini che segna su calcio di rigore al 9’. Da lì un secondo tempo di resistenza e nervi tesi con gli amaranto che vengono beffati a tempo scaduto da Caneschi che trova il gol del 2-2 sugli sviluppi di un calcio di punizione al 93’. Il Cesa torna avanti in avvio del primo supplementare con un rigore trasformato da Salvadori, ma Cherici pareggia i conti con l’incornata del 3-3. C’è tempo per il nuovo vantaggio del Cesa, una gran botta di Caneschi, prima della fine del secondo supplementare. Il Vaggio Piandiscò intanto resta in nove e il Cesa trova la rete del 5-3 finale che condanna gli amaranto alla Seconda categoria.
 

Articoli correlati