28, Novembre, 2022

Al teatro Masaccio va in scena “Bent” di Martin Sherman, testimonianza sull’olocausto degli omosessuali

Più lette

In Vetrina

L’iniziativa è curata dall’associazione culturale Masaccio. La compagnia ‘Cervelli in Tempesta’ andrà in scena al teatro Masaccio mercoledì 23 aprile alle 21.15

L’associazione culturale Masaccio presenta “Bent” di Martin Sherman: il testo nato proprio per il teatro nel 1979 rappresenta una rara testimonianza dell’olocausto degli omosessuali nei campi di sterminio. A portarla sulle scene del teatro Masaccio è la compagnia teatrale Cervelli in Tempesta.

Tra il 1947 ed il 1945 furono circa 500.00 gli omosessuali uccisi insieme a 6 milioni di ebrei. Ambientato tra la decadenza pre guerra della Berlino nazista nel campo di concentramento di Dacau, il testo narra la vicenda umana di tre omosessuali uomini che lottano per la sopravvivenza. Ma come tiene a precisare il regista Lorenzo Tarocchi ciò che alla fine vincerà, nonostante il dramma dei campi di concentramento, è l'amore.

Semplice nel linguaggio e capace di affrontare un tema così tragico con una venatura ironica 'Bent' è diventato anche un film negli anni '90 tradotto in molte lingue ad eccezione di quella italiana. Vi presero parte grandi attori: nel cast anche Mick Jagger nei panni femminili.

Promo spettacolo del regista Lorenzo Tarocchi

Alla presentazione a San Giovanni erano presenti il presidente dell'associazione culturale Masaccio, Silvano Alpini, e la vicepresidente Barbara Massini.

Un tema di stretta attualità, quello narrato, in un momento in cui la diversità, di varia natura, non sembra essere stata superata. Il regista Lorenzo Tarocchi

L'appuntamento è per mercoledì 23 aprile alle ore 21.15, al Teatro Masaccio di San Giovanni. 

Articoli correlati