14, Agosto, 2022

Terranuova illustra il piano di razionalizzazione delle società partecipate dal Comune

Più lette

In Vetrina

In base a quanto indicato nella normativa, le amministrazioni pubbliche devono procedere annualmente ad un’analisi dell’assetto complessivo delle società in cui detengono partecipazioni, dirette o indirette, predisponendo un piano di riassetto per la loro razionalizzazione, fusione o soppressione, anche mediante messa in liquidazione o cessione. In un’ottica di procedere all’efficienza ed al contenimento dei costi di gestione, l’amministrazione di Terranuova ha proceduto alla periodica revisione delle partecipazioni dell’ente all’interno delle società, come previsto dal Testo Unico delle Società Partecipate (D.lgs. 175/2016).

Il Vicesindaco Mauro Di Ponte: “l’obiettivo è quello di migliorare il soddisfacimento dei bisogni della comunità e del territorio tramite i servizi erogati dalle società partecipate dall’ente. Con 12 voti favorevoli ed unanimi, il consiglio comunale ha approvato il Piano di revisione periodica delle partecipazioni societarie. Si tratta di un adempimento che si è ormai radicato nelle procedure amministrative degli enti locali, con l’obiettivo di migliorare il soddisfacimento dei bisogni della comunità e del territorio tramite i servizi erogati dalle società partecipate dall’ente”.

“Ad oggi – ha aggiunto il vicesindaco – rimane confermato il mantenimento senza interventi di razionalizzazione per le società Arezzo casa, Clinica di Riabilitazione Toscana, Centro pluriservizi, Centro Servizi Ambiente Impianti e Intesa spa. L’unica modifica riguarda Publiacqua poiché, dal 14 giugno 2021, la società è divenuta una partecipazione di secondo livello detenuta per il tramite della neo costituita Acqua Toscana Spa, società pubblica partecipata direttamente da 32 Comuni toscani e da Consiag Spa (holding a partecipazione pubblica). Risultano in liquidazione invece Centro Servizi Ambiente e Valdarno sviluppo”

Articoli correlati