15, Agosto, 2022

Registro dei tumori: stanziate le risorse per la raccolta dati, assicura la Asl8

Più lette

In Vetrina

Nell’incontro con i sindaci e i consiglieri del Valdarno il direttore della Asl8 Enrico Desideri ha assicurato la copertura dell’azienda sanitaria per istituire il registro dei tumori anche in provincia di Arezzo e in Valdarno. Intanto si amplia il numero dei consigli comunali nei quali verranno presentate le mozioni

"Da epidemiologo quale sono ho sempre sostenuto l’importanza del registro Tumori quindi è con grande piacere che annuncio una buona notizia" e la buona notizia che il direttore generale della Asl8 Enrico Desideri ha comunicato all'incontro tenutosi a San Giovanni con i sindaci e i consiglieri riguarda l'istituzione del Registro dei Tumori anche in Valdarno e in tutta la provincia di Arezzo.

Su sollecitazione di Catia Naldini, del gruppo Cresce San Giovanni che insieme ai Democratici e Progressisti di Montevarchi e alla lista civica Terranuova in Comune ha redatto una mozione comune da presentare nei rispettivi consigli comunali per chiedere l'attuazione del Registro, Desideri ha annunciato che è stata siglata proprio in questo mese la convenzione con Ispo, l'istituto per lo studio e la prevenzione oncologica, per la raccolta dati e sono state stanziate per questo le risorse finanziarie.

"Questo significa che siamo pronti per partire?", ha chiesto Catia Naldini. "Quanto prima", ha risposto il direttore generale della Asl8.

La richiesta di istituire il Registro dei tumori, ritenuto "un investimento e non un costo", anche in Valdarno fu lanciata dall'associazione Sprondoro nel 2013. Attivato dall’Istituto Tumori Toscano nel Gennaio 2006, sulla scia di quello che dal 1985 interessa le province di Firenze e Prato, il Registro avrebbe dovuto coprire tutto il territorio regionale. Ma così non è stato. Vista l'importanza la richiesta dell'associazione Sprondoro fu portata avanti anche da consiglieri comunali valdarnesi e regionali. Nel giugno dell'anno scorso la Regione Toscana con una delibera approvò lo schema di convenzione con Ispo, le Aziende Sanitarie e la Fondazione Monasterio per le attività connesse alla gestione del registro tumori. Da allora non ci sono state novità. (Vedi Dossier)

Adesso, dunque, sembra che la situazione si stia finalmente muovendo. Intanto la mozione sul registro dei tumori verrà presentata anche in altri comuni oltre a Montevarchi, San Giovanni e Terranuova, ovverosia a Bucine, Castelfranco Piandiscò e Pergine.

 

Articoli correlati