28, Novembre, 2022

I trofei della Sangiovannese tornano a casa

Più lette

I trofei conquistati dalla Sangiovannese dal 1927 al 2010, per evitare che venissero dispersi, erano stati comprati dal Comune a un’asta fallimentare e, dal marzo 2011, conservati all’interno della sede municipale di via Battisti. Oggi il sindaco ha consegnato i preziosi cimeli all’attuale dirigenza

Oggi pomeriggio si è tenuta allo stadio di San Giovanni una breve cerimonia nel corso della quale il sindaco Maurizio Viligiardi ha restituito alla Sangiovannese i suoi  trofei, acquistati dal Comune nel corso dell'ottobre 2010.

Nello specifico si tratta di trentatrè coppe, sei trofei ai quali vanno aggiunte sei targhe conquistate dal Marzocco nel corso degli anni. I trofei erano stati acquistati dal Comune  (assieme ad altre cose compreso un Fiat  Ducato) nell'ottobre 2010 durante un'asta fallimentare per  undicimila euro. La decisione dell'acquisto era stata presa al fine di evitare che quelle coppe, considerate patrimonio della città perchè rappresentavano la storia della squadra di calcio, finissero disperse.

Nel marzo 2011 i trofei erano poi stati trasferiti dalla sede della Sangiovannese, dove erano stati lasciati in un primo momento, nel municipio di piazza Battisti, per evitare che nel corso di  un ulteriore  pignoramento nei confronti della società  rientrarassero nel lotto dei beni da mettere all'asta. L'attuale dirigenza sta adesso studiando la possiblità di realizzare all'interno dello stadio un luogo dove verranno conservati ed esposti tutti i cimeli conquistati dal Marzocco dal lontano 1927, anno di fondazione della squadra, ad oggi.

Articoli correlati