04, Febbraio, 2023

Conto alla rovescia per Sammezzano, domani il castello (e tutto il suo parco) finisce all’asta

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Domani mattina nello studio fiorentino del notaio Barbara Pieri, si terrà l’asta per il Castello di Sammezzano e tutta la tenuta circostante: 22 milioni di euro la base d’asta. Nell’ultimo mese mobilitazione di massa on line, ma la raccolta fondi si è fermata a 3.500 euro

Cordata cinese, coinvolgimento di Dolce&Gabbana, gruppo di imprenditori americani, persino un emiro arabo. Le indiscrezioni sugli interessamenti al Castello di Sammezzano si sono rincorse, nelle ultime settimane. Cosa ci sia di vero, si scoprirà presto: domani mattina, a Firenze, presso lo studio del notaio Barbara Pieri, si terrà infatti la tanto attesa asta. 

In vendita finisce il Castello, il suo parco, la tenuta che comprende altri 13 immobili, alcuni dei quali in completa rovina. Prezzo a base d'asta, 22 milioni e 200mila euro, con rialzi minimi di 400mila. Se qualcuno ha davvero intenzione di acquistare il capolavoro del Marchese Ferdinando Panciatichi Ximenes d'Aragona, finalmente sarà l'occasione per capirlo.

Nelle ultime settimane la mobilitazione di popolo è stata massiccia, on line: l'iniziativa "Save Sammezzano" lanciata da un sangiovannese, ha raggiunto su facebook più di 25mila adesioni, anche se i donatori nella raccolta fondi sono stati solo 123, per un totale di 3.500 euro. Non abbastanza, certo, per partecipare all'asta, e quindi i soldi donati torneranno tutti indietro ai benefattori. 

Quasi diecimila invece i firmatari della petizione indirizzata a Comune di Reggello, Ministero dei beni culturali e del turismo e Regione Toscana; e molti si sono rivolti anche al Fai, chiedendo un interessamento. Al Ministero, inoltre, sono arrivate nelle ultime settimane anche tre interrogazioni su Sammezzano: una firmata dal reggellese Onorevole Becattini del Pd, altre due del M5S e del Gruppo Misto. L'obiettivo è di chiedere al Governo un intervento per salvare Sammezzano. Ma la cifra è alta, e per ora nessuno ha palesato un vero interessamento in merito. 
 

Glenda Venturini
Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati