09, Dicembre, 2022

Seconda edizione per il Festival del pollo, alla riscoperta della tradizione con il coinvolgimento degli studenti

Più lette

In Vetrina

Seconda edizione a Montevarchi per il Festival dell’Accademia del Pollo, in programma sabato 19 novembre al Palazzo del Podestà. Un’intera giornata di confronto dedicata al pollo del Valdarno, fiore all’occhiello dell’allevamento del territorio. Il programma è stato presentato dall’Assessore Sandra Nocentini, dal professor Maurizio Saroldi, docente dell’Isis Varchi, e dalla Presidente dell’Accademia del pollo Laura Peri, che da qualche anno si sta dedicando alla promozione tra i giovani della filiera del pollo anche per tutelare benessere, storia e identità del territorio.

“Il Festival quest’anno vede il contributo attivo degli studenti degli Istituti superiori – ha spiegato l’Assessore Nocentini – che hanno riscoperto la filiera del pollo basata sulle nostre tradizioni, ma che può diventare anche un’opportunità economica e sociale per il territorio. Molte eccellenze sono caratterizzate da una storia di piccole e medie imprese a gestione familiare che vogliamo continuare a raccontare. Ultimamente i giovani stanno ritornando alle origini, ad apprezzare la genuinità dei prodotti della loro terra che trasformano in imprese in start-up potendo contare su marketing e innovazione tecnologica”.

“L’evento – aggiunge Laura Peri – ha lo scopo di promuovere e valorizzare il mondo rurale dei piccoli allevatori. E’ per noi fondamentale instaurare un rapporto con le scuole, stavolta con la partecipazione dell’Istituto Professionale e del Liceo artistico di Montevarchi che sono andati a ritrovare nelle famiglie le ricette della nonna realizzando poi dei lavori grafici in sintonia con il tema del festival sul ruolo sociale del pollo in Valdarno. Durante la giornata ci saranno anche gli interventi di esperti del settore, come il Dott. Alessio Zanon che presenta il suo libro sulle razze avicole italiane autoctone e Dott. Paolo Stoppielli che porterà un contributo più scientifico all’incontro legato all’aspetto veterinario. L’Associazione Cuochi del Valdarno, rappresentata dal Presidente Giacomo Dini, introdurrà l’Istituto Alberghiero G. Vasari di Figline con la realizzazione da parte degli studenti di quattro delle ricette sul pollo individuate dai ragazzi del Varchi”

“Lo scopo della collaborazione dell’Isis Varchi – ha concluso il professor Saroldi – è di far riflettere i ragazzi sulle ricchezze del nostro territorio. Purtroppo la pandemia in questi anni ha bloccato molte delle attività previste. Siamo riusciti comunque a inserire nei percorsi scolastici il progetto relativo al pollo del Valdarno, tra tradizione e innovazione, a cui hanno partecipato i ragazzi delle classi terze, quarte e quinte del Professionale sanitario e commerciale e la classe terza dell’artistico ad indirizzo grafico. L’esperienza degli studenti del Professionale si è indirizzata sulla raccolta di informazioni tra i nonni e le persone più anziane, andando così a riscoprire le vecchie ricette che rischiavano di andare perdute sul pollo del Valdarno e altri prodotti tipici. In una seconda fase sono intervenuti i ragazzi dell’Artistico dando un’interpretazione visiva e creando le illustrazioni delle stesse ricette per un obiettivo più legato alla comunicazione. Questi lavori saranno esposti sabato in Palazzo del Podestà per tutta la durata del Festival”.

Glenda Venturini
Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati