25, Aprile, 2024

Teatro Comunale di Cavriglia: una nuova stagione tutta dedicata al nostro territorio

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

L’urgenza del teatro è il titolo della terza stagione teatrale dell’anno per il Comunale di Cavriglia: questa volta, in collaborazione con Materiali Sonori, la stagione primaverile è tutta dedicata al territorio valdarnese. Sette eventi come speciali suggerimenti che provengono dal territorio del Valdarno, sia progetti professionali che per compagnie amatoriali.

Filippo Boni, assessore alla cultura:” Siamo molto soddisfatti perchè potremo, in questo modo, dare risposta a tutte quelle associazioni del territorio che fanno teatro, che potranno avere sul palco del Comunale uno spazio importante sul quale esibirsi”. Si comincia venerdì 14 aprile con “Ludovico – il vampiretto che non sapeva volare”, un divertente spettacolo per grandi e piccoli, tratto dai libri di Pietro Grifoni, con la regia di Annalisa Cuccoli e la direzione artistica di Massi Fruchi. La produzione è dell’Associazione Culturale Paro Paro. Sabato 15 aprile sarà di scena l’atteso nuovo spettacolo di Walter Sterbini, eccellente cantante e interprete fra i più apprezzati, finalista del The Voice Senior: “Sorridimi… ti racconto”, con Antonio Fabis al piano e Marco Raspi alle chitarre. Una straordinaria serata fra teatro e concerto con testi di Walter Sterbini e di Silvano Alpini che cura anche la regia. La produzione è dell’Associazione Culturale Masaccio.

Giampieor Bigazzi, Materiali Sonori:” Ci siamo guardati intorno e abbiamo visto, ancora una volta che il Valdarno è ricco di proposte culturali. Abbiamo deciso di fare questa terza rassegna dedicandola a gli speciali suggerimenti del territorio. Il titolo L’urgenza del teatro è proprio evocativo della voglia di calcare la scena attraverso lo strumento teatro.”

Altri appuntamenti: Il Gruppo Teatrale Sangiovannese, la più longeva compagnia valdarnese di teatro in vernacolo, venerdì 21 aprile, presenterà “Da domani si fa… i conti”, una commedia brillante in tre atti di Antonella Zucchini, con la regia di Lorenzo Castelli. Sabato 6 maggio sarà la volta della Compagnia Teatrale N’Icche Posso con “La speranza l’è l’ultima a morire”, “commedia brillantissima” in tre atti di Moreno Burattini e Andrea Innocenti e la regia di Isabella Norti Gualdani e Donatella Nannicini. Alti e Bassi a Teatro, venerdì 12 maggio, presenteranno “Il vestito della sposa” di Massimo Valori con la regia di Monia Baldini (e il ricavato verrà devoluto alla Misericordia di Cavriglia). Venerdì 19 maggio ritorna una produzione dell’ Associazione Culturale Paro Paro: “DurAnte – Una Parodia Infernale”, scritto e diretto da Massi Fruchi. Il finale è per “Teatro Vivo”, il laboratorio di sperimentazione teatrale condotto con successo da Monia Baldini e Fernanda Gonzalez nello spazio polivalente di Meleto. Sabato 27 maggio verrà presentato “A te lascio…”, la restituzione finale del percorso laboratoriale 2022/23. L’ingresso di questa ultima serata è gratuito.

Articoli correlati