05, Febbraio, 2023

Neve, altra giornata di lavoro nelle zone montane e collinari. Ora l’allerta è per il ghiaccio

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Altra giornata di lavoro per i mezzi spalaneve soprattutto nelle zone di montagna e di collina: la neve in particolare ha continuato a scendere sia nel territorio di Loro, sia in quello di Reggello, sia in parte del territorio di Castelfranco Piandiscò, e anche nel versante del Valdarno che guarda verso il Chianti, sempre sopra i 300 metri di altitudine.

A Loro operai del comune e dell’Unione del Pratomagno hanno operato per l’intera giornata, non si segnalano particolari criticità, le frazioni sono state raggiunte tutte anche se la neve continua a scendere. A Castelfranco Piandiscò si sono raggiunti circa dieci centimetri di neve nei borghi della montagna: Pulicciano, Caspri, La Lama. Anche qui la viabilità è stata ripulita. La montagna reggellese è completamente imbiancata, ma i fiocchi si sono fatti vedere fino nel centro di Reggello anche oggi. All’opera anche in questo caso operai comunali, protezione civile con la Croce Azzurra in prima fila, e Città Metropolitana nelle strade di competenza provinciale. Qualche criticità anche sull’altro versante, quello che guarda al Chianti: il comune di Cavriglia raccomanda catene a bordo per chi deve transitare sui passi.

Ora però il rischio diventa il ghiaccio. La Sala operativa unificata della Protezione civile della Toscana ha emesso il codice giallo per ghiaccio da stasera fino alla mattina di domani, martedì 24 gennaio. Dal pomeriggio infatti le temperature saranno in calo e rimarranno con valori sottozero nella mattina di domani, martedì, su buona parte delle zone interne con la conseguente possibilità di formazione di ghiaccio nelle zone interessate dalle nevicate.

 

Glenda Venturini
Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati