20, Maggio, 2024

San Giovanni, quattro nuove telecamere vicino alle scuole Don Milani e La Pira

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Quattro nuovi dispositivi di videosorveglianza saranno posizionati a San Giovanni nei giardini Falcone e  Borsellino, vicino alle scuole primarie e dell’infanzia Don Milani e della scuola d’infanzia La Pira. L’installazione, che rientra nel progetto “scuole sicure”, ha un costo di 14mila euro ed è finanziato dal Ministero dell’Interno tramite la Prefettura di Arezzo. I lavori inizieranno a metà aprile e avranno una durata di due settimane. Lo scopo è quello di prevenire e contrastare azioni vandaliche, combattere degrado e microcriminalità e fungere da deterrente per comportamenti impropri o illeciti.

“Sono le scuole i luoghi che ogni giorno accolgono bambine e bambini, ragazzi e ragazze e per questo necessitano di particolare attenzione, devono essere tutelate e protette. In questa ottica – dichiarano il sindaco di San Giovanni Valdarno Valentina Vadi e l’assessore alla polizia municipale Laura Ermini – abbiamo partecipato al bando ‘scuole sicure’ con un progetto che ci permette, tramite azioni differenti, di garantire una maggiore tranquillità agli studenti e alle famiglie. Un passo ulteriore nel percorso che questa Amministrazione sta perseguendo con determinazione per migliore l’ordine e il decoro, aumentare il senso di sicurezza dei cittadini e rendere più sinergica l’azione della nostra polizia municipale con le forze dell’ordine che operano sul territorio”.

“Le aree in cui si prevede di sviluppare le misure sono state individuate sulla base di specifici criteri di valutazione del rischio. Il giardino adiacente il complesso scolastico, oltre ad essere frequentato dai bambini e dai ragazzi delle vicine scuole, è percorso giornalmente dagli studenti che frequentano gli istituti superiori Isis Valdarno e Licei Giovanni da San Giovanni, situati in viale Gramsci, poiché si trova lungo il percorso più breve per raggiungere la stazione ferroviaria e il capolinea degli autobus di linea. Tali spazi risultano inoltre distanti rispetto al traffico veicolare cittadino essendo accessibili solo a piedi oppure con le biciclette e, soprattutto nelle ore serali, costituiscono luogo ideale dove appartarsi senza essere oggetto di sguardi e controlli”.

Le 4 nuove telecamere di video sorveglianza, di cui una a doppia ottica e una a copertura a 360 gradi, faciliterà eventuali indagini e ricerche sul territorio da parte delle forze dell’ordine, ridurrà o preverrà intenti criminosi e infonderà nel cittadino una sensazione di maggior sicurezza e tutela da parte dell’Amministrazione e delle forze di polizia. I nuovi dispositivi si vanno ad aggiungere alle 47 telecamere di videosorveglianza e alle 8 telecamere di lettura delle targhe già presenti nel territorio comunale.

Foto di repertorio

Articoli correlati