09, Dicembre, 2022

San Giovanni, la città inserita nel piano nazionale di cablaggio: fibra ottica ultraveloce per 4.500 unità immobiliari

Più lette

In Vetrina

Un investimento di 2 milioni e 200mila euro di euro, interventi in tre anni, fibra ottica ultraveloce fino a 1 gigabit/s che arriverà a 4.500 unità immobiliari: stanno procedendo in molte zone della città i lavori per il piano di cablaggio in tecnologia FTTH di FiberCop, la nuova società infrastrutturale del gruppo Tim. San Giovanni, infatti, è stata inserita nel programma nazionale di copertura di FiberCop, che ha l’obiettivo di realizzare la rete di accesso secondaria in fibra ottica nelle aree nere e grigie del Paese secondo il modello del co-investimento ‘aperto’ previsto dal nuovo Codice europeo delle comunicazioni elettroniche.

E’ passato un anno dalla prima presentazione del progetto di Tim che porterà la fibra a tutte le 4.500 unità immobiliari passando per la tecnologia FTTB (Fiber to the Building) e arrivando successivamente alla FTTH che consentirà di raggiungere tutti gli appartamenti con collegamenti ultraveloci fino a 1 gigabit/s.

“Il percorso della nuova rete super-veloce, nato anche dalle criticità ed esigenze professionali legate allo smart working e alla didattica a distanza, caratteristiche del periodo pandemico, è poi divenuta una grande opportunità per la città e consentirà di accelerare i processi di digitalizzazione sul territorio, a beneficio di cittadini, imprese e pubblica amministrazione. Un’occasione di crescita e sviluppo per la nostra città – ha dichiarato Paola Romei, vicesindaco di San Giovanni Valdarno – per la quale ringraziamo Tim che ha inserito il Comune di San Giovanni Valdarno nel piano nazionale di cablaggio in fibra ottica ultraveloce. Un investimento importante che si svilupperà nel corso di almeno tre anni e che consentirà a tutti i quartieri del comune di poter fruire di un’infrastruttura di rete veloce per i cittadini, le attività produttive e commerciali e per la pubblica amministrazione. L’Amministrazione Comunale assicurerà tutta la collaborazione necessaria per far procedere al meglio e speditamente i lavori”.

La posa della fibra ottica, iniziata dal centro storico della città, si amplierà progressivamente a tutto il territorio con una copertura progressiva del 30% delle utenze per ogni anno. Al momento sono interessati, oltre alle vie del centro storico, viale Diaz e via Siena. Dove possibile la fibra ottica viene posata a fianco della rete in rame già esistente, o utilizzando infrastrutture disponibili, come le tubazioni per l’illuminazione pubblica, con un impatto minimo per la città.

Via via che ci si allontana dal centro, nel caso sia necessario effettuare scavi, questi sono realizzati adottando tecniche innovative a basso impatto ambientale, con interventi sulla sede stradale di circa 10-15 centimetri in partnership con l’Amministrazione comunale per limitare il disagio ai cittadini e procedere speditamente con la realizzazione della nuova rete. Già sono state rilasciate dall’Amministrazione comunale a FiberCop le autorizzazioni per intervenire in zona Lucheria, in piazza Darwin, via Fermi e Oltrarno nelle zone di via Marzabotto, via Barducci e via Cardinali.

Nelle zone dove la fibra è già stata posata, i cittadini che vogliono usufruire del servizio possono chiamare il proprio gestore che spiegherà le modalità di attivazione.

Articoli correlati