29, Novembre, 2022

Rignano, Le Tre Corone d’Oro 2022: premiata la famiglia Cappelli. “Una vita vissuta con un amore straordinario”

Più lette

In Vetrina

Anche quest’anno l’Amministrazione comunale di Rignano ha assegnato il premio delle Tre corone d’oro durante un Consiglio straordinario che ha visto la partecipazione di molte persone. La benemerenza è stata assegnata alla famiglia Cappelli, nelle persone di Patrizia e Piero, riconoscendo nel loro operato e in quello dei loro genitori un grande gesto di accoglienza e amore verso i due figli adottivi, che si trovavano in condizione di fragilità.

“La storia ed il vissuto della famiglia Cappelli – ha ricordato la Presidente del Consiglio Grazia Di Dio leggendo le motivazioni della premiazione – è un bellissimo esempio di generosità e abnegazione civica, sia per le scelte coraggiose da loro intraprese, sia per il modo con cui la vicenda ha coinvolto tutta la cittadinanza Rignanese, facendo emergere una forte volontà per l’affermazione del pieno diritto di inclusione sociale della persona e contro qualunque forma di discriminazione. Patrizia e Piero con le loro famiglie si sono messi al servizio dei più bisognosi, cercando di curare tutte le forme di povertà sia quella morale che materiale, considerando ogni persona unica e preziosa, contribuendo a difenderne la dignità come esseri umani. Togliere a sé stessi per dare agli altri è la più alta forma d’amore.”

“Una storia d’amore familiare che esce dalle mura di casa per farsi testimonianza – ha sottolineato il Sindaco Giacomo Certosi – Perché, per Patrizia e Piero, non è stato facile vincere la riservatezza e accettare il premio mostrando agli altri quello che per loro è stato “uno slancio d’amore normale” – come lo ha chiamato Patrizia – “che però doveva essere raccontato per il bene dei tanti giovani come Raimondo e Rossella”. “È con le storie come questa che insegniamo ai ragazzi di oggi il vero significato dell’amore verso gli altri – ha affermato il Sindaco, aggiungendo che – il senso del premio delle tre Corone è proprio quello di celebrare la propensione all’altruismo”.

Molti sono stati gli interventi dei consiglieri e dei presenti che hanno ringraziato la famiglia Cappelli per aver raccontato la loro storia di amore e coraggio. “Una storia vissuta nel silenzio e nella normalità – ha concluso Don Gabriele Bandini– una vita ordinaria vissuta con un amore straordinario”.

 

Articoli correlati