29, Gennaio, 2023

Partiti i lavori per il ponte provvisorio a Ponte Buriano, Polcri: “Primo atto per liberare l’infrastruttura storica dal traffico”

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Il mandato del neo eletto Presidente della Provincia di Arezzo Alessandro Polcri è iniziato con l’avvio dei lavori a Ponte Buriano: oggi 9 gennaio si è aperto infatti il cantiere per la costruzione del ponte provvisorio, primo atto di una serie di passaggi il cui obiettivo finale sarà di liberare lo storico Ponte Buriano dal traffico, realizzando una viabilità alternativa di collegamento fra il Valdarno e Arezzo.

“Si dà esecuzione oggi – ha detto Polcri – alla realizzazione del ponte provvisorio, per un importo di 1 milione e 660mila euro circa oltre IVA. Il ponte provvisorio sarà poi propedeutico per mettere in cantiere tutto il nuovo assetto viario definitivo, consentendo così lo spostamento del traffico veicolare e riportare il manufatto medioevale alla sua dimensione naturale di attrazione culturale e monumentale. Basti pensare che lo storico Ponte è stato di recente scelto come location anche dalla produzione Netflix per la nuova serie TV – The Decameron. E’ mia intenzione portare avanti le buone politiche avviate, adoperandomi per trovare ogni soluzione possibile, per centrare l’obiettivo finale di realizzare un nuovo e definitivo attraversamento sul fiume Arno, che affiancherà lo storico Ponte Buriano, migliorando così non solo la viabilità della zona, rendendola più snella, veloce e sicura, ma che valorizzerà anche tutte le aree limitrofe”.

“Ringrazio Silvia Chiassai Martini – ha aggiunto – per l’impegno che ha dedicato sulla questione Ponte Buriano e la Regione Toscana per il supporto che ha fornito per il reperimento delle risorse economiche, fondi FSC assegnati attraverso il Ministero della Coesione e del Sud e il MIT, che hanno permesso l’avvio dei lavori. La Direzione dei Lavori sarà coadiuvata da un archeologo, che farà la sorveglianza durante le fasi di scavo e da un esperto in materie ambientali, per le questioni di carattere ambientale essendo il sito particolarmente importante sia dal punto di vista ambientale che dal punto di vista paesaggistico e archeologico. La Ditta che realizzerà i lavori è la Costruzioni Nasoni SRL con sede a Fano”.

“In contemporanea – ha concluso Polcri – stiamo comunque procedendo a pieno ritmo, anche con le attività per la redazione del progetto del nuovo ponte definitivo, progetto che sarà pronto entro il mese di aprile 2023, per poi sottoporlo all’attenzione della conferenza dei servizi per la relativa approvazione. In questi giorni, in particolare, sono in corso le indagini geognostiche sui terreni interessati dalla nuova costruzione. Ammesso il reperimento delle risorse necessarie è ipotizzabile la fine dei lavori entro la fine del 2027”.

Presente all’apertura del cantiere il Consigliere regionale Vincenzo Ceccarelli, che ha commentato: “Oggi è un giorno di festa. E’ importante che partono finalmente questi lavori, finanziati grazie alla collaborazione della Provincia e con l’assenso della Regione, poichè si tratta di fondi sviluppo e coesione. C’è una convenzione sottoscritta nel 2020, e finalmente dopo che la Provincia ha presentato un progetto rispettoso delle norme di costruzione tecnica dei ponti, è stato anche approvato ed oggi ne vediamo la realizzazione. Ora l’impegno di tutti deve essere quello di ricercare le risorse, anche per la realizzazione del nuovo ponte, che in via definitiva potrà sostituire quello vecchio, che è un pezzo della nostra storia e del nostro prestigio, da destinare ai pedoni ed alle biciclette.”

Andrea Casi, Assessore alle opere pubbliche del Comune di Arezzo, ha concluso: “Diamo il via al progetto provvisorio, che sarà funzionale per la realizzazione del progetto definitivo. E’ un percorso lungo, che ha visto una condivisione dell’Amministrazione Comunale con l’ex Presidente Chiassai Martini, che ha fatto un lavoro importante e che finalmente oggi parte. L’intera area di Ponte Buriano sarà così valorizzata anche a livello turistico, con percorsi ciclo turistici e con questa nuova realizzazione daremo un nuovo volto anche al ponte storico.”

Glenda Venturini
Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati