10, Agosto, 2022

Cittadini chiamati ad esprimere un voto su servizi e politiche dell’Amministrazione comunale: è il progetto europeo “Eloge”

Più lette

In Vetrina

Valutare la gestione del Comune, sia dal punto di vista amministrativo che politico, per migliorarla sulla base del contributo di tutti: è l’obiettivo del programma “Eloge” promosso dal Consiglio d’Europa che, attraverso la verifica dell’applicazione sul territorio di 12 principi europei, premia con l’attribuzione del proprio marchio d’eccellenza le Amministrazioni locali che raggiungono un elevato livello di Governance democratica. Gli enti locali possono aderire in maniera volontaria e chiedere quindi a dipendenti, rappresentanti istituzionali e cittadini di rispondere ad alcuni questionari di valutazione, utili per comprendere l’efficacia dell’azione amministrativa e il coinvolgimento dei cittadini nei processi istituzionali. I questionari sono anonimi. Entro fine anno il Consiglio d’Europa assegnerà il Marchio “Eloge” ai Comuni e agli enti nei quali i 12 indicatori misurati sono maggiormente presenti.

I cittadini che intendono partecipare, possono impiegare pochi minuti per rispondere a 20 domande (quasi tutte a risposta multipla). Il questionario è disponibile qui: https://it.surveymonkey.com/r/ELoGE_cit_IT

“Come Amministrazione comunale – spiegano la sindaca Giulia Mugnai e il vicesindaco Enrico Buoncompagni – abbiamo scelto di aderire al programma perché lo riteniamo un valido strumento di valutazione e di autovalutazione, sia per testare l’efficacia dell’azione e dei progetti portati avanti fino ad ora sia per comprendere quali sono i punti da migliorare. Inoltre, è anche un modo per sensibilizzare i cittadini e sottolineare che la collaborazione e la vicinanza con i propri rappresentanti locali è indispensabile per costruire, insieme, il futuro della comunità: un tema che ci è particolarmente caro, come dimostrano le varie occasioni di incontro e i percorsi di coprogettazione avviati non appena l’emergenza sanitaria ce lo ha consentito, come ad esempio la prima ‘Festa del volontariato sociale’ dello scorso fine settimana e il ‘Festival degli under30’ che avrà luogo questa estate. Per proseguire sulla strada della collaborazione, del confronto e del dialogo invitiamo, quindi, i cittadini a dedicare pochi minuti del proprio tempo a rispondere a queste veloci domande: sono loro, infatti, i destinatari dei servizi pubblici e delle politiche locali e nessuno meglio di loro può dunque indicarci esigenze e bisogni ai quali rivolgere la nostra azione amministrativa”.

Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati